Pubblicato il

Incendio sventato al Bosco di Palo, Grando si appella ai cittadini

Incendio sventato al Bosco di Palo, Grando si appella ai cittadini

Il primo cittadino: «Chiedo la collaborazione di tutti per la tutela del territorio». A palazzo Falcone un ufficio per la raccolta delle adesioni di tutti i volontari che vorranno collaborare con le istituzioni per vigilare «sui nostri tesori ambientali, naturali ed archeologici»

LADISPOLI – Una cicca di sigaretta o un vero e proprio intento di dare alle fiamme il polmone verde della città. Solo per una mera fortuna, il Bosco di Palo è stato salvato dalle fiamme. L’episodio è successo ieri nel primo pomeriggio. Ad accorgersi di quanto accaduto un volontario che proprio in quel momento si trovava in zona per la pulizia dell’area e che ha notato del fumo. Per fortuna il tempestivo intervento ha evitato il peggio. Sul posto, allertati, si sono precipiati il sindaco Alessandro Grando, la Polizia Locale e alcuni volontari della Prociv per mettere in sicurezza la zona. «Qualche irresponsabile – ha denunciato Grando – ha tentato di dare alle fiamme il bosco di Palo Laziale, solo grazie all’intervento di alcune persone è stato dato l’allarme prima che accadesse il disastro. E’ un atto gravissimo che ci induce a chiedere la collaborazione di tutti i cittadini di Ladispoli per difendere il nostro territorio».(agg. 29/09 ore 12.13) segue

IL FATTO. «Nella giornata di ieri  – ha denunciato Grando – ignoti teppisti hanno tentato di appiccare il fuoco all’interno del bosco di Palo Laziale con il chiaro intento di distruggere l’oasi verde di Ladispoli che già lo scorso anno era stata attaccata dai piromani. Per fortuna il loro tentativo è stato sventato e le fiamme sono state domate. E’ un’azione vigliacca che conferma come sia necessario tenere gli occhi bene aperti per impedire ai teppisti di causare danni pesantissimi.
Da tempo l’Amministrazione comunale e le Forze dell’Ordine, con il prezioso ausilio della Protezione civile e delle associazioni ambientaliste, stanno vigilando assiduamente ma è necessaria la collaborazione di tutti i cittadini, ai quali lanciamo un appello. Tutti coloro che possono – ha detto il primo cittadino – sono invitati a sostenere a titolo di volontariato le iniziative di controllo e sorveglianza del territorio. Chiediamo ai cittadini di tenere gli occhi aperti, di sacrificare qualche ora del tempo libero per proteggere Ladispoli, segnalando immediatamente alle Forze dell’Ordine ogni movimento sospetto». (agg. 29/09 ore 12.45)

CERCASI VOLONTARI. E per facilitare la richiesta di adesioni, l’amministrazione sta predisponendo a palazzo Falcone un apposito ufficio che raccoglierà tutte le iscrizioni dei cittadini che «desiderano collaborare con l’amministrazione comunale per vigilare sui nostri tesori ambientali, naturali ed archeologici. E’ il momento di rimboccarsi le maniche, nel bosco di Palo Laziale che abbiamo recentemente riaperto ai visitatori sono già stati commessi vari atti di teppismo contro gli arredi, le panchine e le altre strutture a disposizione dei cittadini. Tutti insieme – ha concluso Grando – possiamo difendere la nostra città da questi barbari». (agg. 29/09 ore 13.20)

ULTIME NEWS