Pubblicato il

Fregene, calci e pugni a moglie e figlia

Fregene, calci e pugni a moglie e figlia

Ubriaco torna a casa e semina il panico tra i parenti. Dopo le formalità di rito, è stato accompagnato nel carcere di Civitavecchia

FIUMICINO – Ha aggredito in casa, con calci e pugni, la moglie e la figlia, che però sono riuscite a fuggire: la scorsa notte, i carabinieri di Ostia hanno arrestato a Fregene un uomo, già noto alle forze dell’ordine, per maltrattamenti in famiglia.  (agg. 02/10 ore 10.19) segue

AGGREDISCE LA MOGLIE E LA FIGLIA. L’uomo, non nuovo a simili comportamenti, ha fatto rientro in tarda serata presso la propria abitazione ubriaco. Si è diretto nella camera da letto dove ha svegliato e aggredito la moglie e anche la figlia minore, intervenuta in difesa della madre.  L’uomo si è poi impossessato di due coltelli da cucina, ma nel frattempo la moglie e la figlia sono fuggite, nonostante avessero più volte pregato l’uomo di smetterla.  I carabinieri, a seguito della segnalazione, hanno raggiunto velocemente l’abitazione dove hanno bloccato e arrestato l’aggressore.  Portato in caserma, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato nel carcere di Civitavecchia.(agg. 02/10 ore 10.55)  

LE CURE. Le vittime ai militari hanno raccontato di una pregressa storia di violenze e maltrattamenti subite. Successivamente sono state medicate dal personale del Nucleo Cure Primarie di Fiumicino.(agg. 02/10 ore 11.20)

ULTIME NEWS