Pubblicato il

Chiusura Mondo Convenienza, domani l’incontro con l’Ugl

Chiusura Mondo Convenienza, domani l’incontro con l’Ugl

La responsabile Fabiana Attig: «Respingiamo tassativamente la procedura fin qui adottata»  

TARQUINIA – Un incontro fissato per domani pomeriggio per comprendere quali misure intende mettere in atto l’azienda. È quanto annuncia la responsabile confederale dell’Ugl Civitavecchia, Fabiana Attig, delegata a trattare l’intera vicenda riguardante le lavoratrici di Iris srl, Mondo Convenienza.
«Ringrazio tutte le forze politiche che da subito hanno alzato il livello di attenzione su questa anomala vicenda – afferma Fabiana Attig – che vede protagonista ancora una volta il famoso marchio di Mondo Convenienza. È del tutto evidente che, come organizzazione sindacale, prima di ogni intervento pubblico abbiamo inteso acquisire tutte le dovute informazioni per dare i migliori consigli, tesi a tranquillizzare tutte le lavoratrici  lasciate in balia dei molteplici annunci aziendali. Il sit in spontaneo di domenica ne è la prova. Chiedere per le vie brevi a delle lavoratrici  madri e mogli, radicate nel territorio di trasferirsi a Verona piuttosto che a Sassari o in altre regioni del nord Italia, non è certo un bel  biglietto da visita. Argomenti questi che respingiamo tassativamente». (agg. 02/10 ore 5.44) segue

“ERANO NECESSARI ALMENO 70 GIORNI DI PREAVVISO”. «Non esistono al momento comprovate ragioni tecniche, organizzative e produttive, che possano avallare tale comportamento – prosegue la responsabile dell’Ugl – Non sussistono neppure le condizioni per applicare tali scelte. Ricordiamo che per tali drastiche procedure occorrono almeno 70 giorni di preavviso. Non  soltanto l’impresa è (obbligata) ad attivare la procedura, coinvolgendo le organizzazioni sindacali». «In particolare – spiega la Attig – deve specificare quali sono i motivi che hanno condotto alla decisione di dare corso ad eventuali licenziamenti e soprattutto per quali ragioni ritiene impossibile utilizzare strumenti diversi da quelli del licenziamento o trasferimento di azienda dei lavoratori fuori dalla provincia di Roma e di Viterbo, ovviamente includendo la regione Lazio». (agg. 02/10 ore 6.15)

CONVOCATA L’AZIENDA. Non avendo ricevuto alcuna di queste comunicazioni, l’Ugl di Civitavecchia rappresentata da Fabiana Attig  e l’Ugl Terziario di Viterbo con Massimo Basile hanno convocato l’azienda per domani alle 16,30 presso la sede di Civitavecchia, al fine di «comprendere quali misure intende mettere in atto l’azienda per eliminare o ridurre l’impatto  sociale che deriva dalla ulteriore possibilità di perdita di posti di  lavoro, elemento fondamentale nelle ipotesi in cui si dovesse arrivare ad un licenziamento collettivo.  E l’outlet di Civitavecchia ne è la prova.  Ma questa è tutta un’altra partita e la Iris srl e il famoso marchio di  Mondo Convenienza dovranno dare delle più che valide e convincenti  argomentazioni». (agg. 02/10 ore 6.45)

ULTIME NEWS