Pubblicato il

Piano di valorizzazione immobiliare, approvato il regolamento

Piano di valorizzazione immobiliare, approvato il regolamento

Cozzolino: "Nostro obiettivo promuovere lo sviluppo del territorio"

CIVITAVECCHIA – «Piano di valorizzazione immobiliare, ci siamo». Lo annunciano da Palazzo del Pincio a conclusione del percorso amministrativo propedeutico all’attivazione del fondo, terminato con l’approvazione del regolamento da parte del cda della Namira sgr (selezionata tramite avviso pubblico e che gestirà il fondo stesso), il sindaco Antonio Cozzolino e l’assessore Florinda Tuoro hanno incontrato nella mattinata di ieri i vertici dell’sgr: gli incontri si faranno nei prossimi mesi più frequenti per conferire entro fine anno i tre beni per i quali si è avviato l’iter. (SEGUE)

LE ZONE INTERESSATE – I primi che saranno oggetto di valorizzazione sono: Fiumaretta, via Pecorelli, Villaggio del Fanciullo. Per Fiumaretta e via Pecorelli sono già stati approvati dal consiglio comunale i progetti che prevedono la realizzazione nel primo caso di un Welcome center per l’accoglienza turistica mentre nel secondo caso si realizzeranno immobili destinati a servizi. Per quanto riguarda Villaggio del Fanciullo a breve il consiglio comunale approverà il relativo progetto. (Agg. 03/10/2018 ore 19,38 SEGUE)

IL COMMENTO – «Siamo tra i primi Comuni d’Italia ad utilizzare lo strumento del fondo immobiliare per la  valorizzazione del patrimonio – afferma il Sindaco – il nostro ambizioso progetto ha l’obiettivo di promuovere lo sviluppo del territorio, creando lavoro, migliorando i servizi alla cittadinanza e all’utenza portuale e generando nuove risorse per il bilancio dell’ente. Attraverso i progetti di iniziativa comunale cambieremo la visione di Civitavecchia sfruttando e valorizzando quel patrimonio che fino ad oggi è rimasto fatiscente, rappresentando un costo per la collettività ed una opportunità non colta. Si realizzeranno – conclude Cozzolino – finalità pubbliche, tramite la nostra filosofia di zero consumo del territorio e dando nuova prospettiva ad aree fino ad oggi decadenti». (Agg. 03/10/2018 ore 19,50)

ULTIME NEWS