Pubblicato il

Ricordate le vittime dell’alluvione

Ieri mattina cerimonia commemorativa alla presenza del sindaco Pietro Tidei

Ieri mattina cerimonia commemorativa alla presenza del sindaco Pietro Tidei

di GLORIA TROTTI

S. MARINELLA – Ieri mattina la città ha ricordato con una cerimonia commemorativa, le vittime della tragica alluvione che colpì la città il 2 ottobre del 1981 dove, tra fango e detriti persero la vita 6 cittadini tra cui una donna in stato interessante. Presenti il Sindaco Pietro Tidei, gli assessori, i consiglieri Comunali, Don Salvatore Rizzo che ha tenuto il rito religioso, la Polizia di Stato, la Capitaneria di Porto, la Polizia Locale, rappresentanti delle associazioni di volontariato tra cui la Protezione Civile, il Nucleo Sommozzatori e alcuni familiari delle vittime e una delegazione di ragazzi dell’Istituto Comprensivo “Giosuè Carducci” di Santa Marinella. (agg. 03/10 ore 8.45) segue

LA CERIMONIA. Toccante il ricordo dei familiari delle vittime, raccontato dagli studenti della scuola Carducci. “Ogni anno – dice il sindaco Tidei – vogliamo ricordare questo evento, non solo per rispettare la memoria di coloro che sono morti, quanto piuttosto per sensibilizzare il rispetto per la natura che non deve essere violentata quando non è necessario. Il nostro territorio, così conformato, a causa della scarsa manutenzione dei fossi, è soggetto a rischio idrogeologico. Fatti come questi non devono più accadere. Difesa del territorio, rispetto della natura e nessun consumo ulteriore di suolo, devono essere l’imperativo categorico di questa Amministrazione che oggi rappresento”. (agg. 03/10 ore 9.15)

“PUNTARE SUL TURISMO”. “Santa Marinella deve volgere lo sguardo al turismo, valorizzando questo territorio senza ulteriori scempi. Su questo tema deve esserci uno sforzo corale di tutta la Città e delle forze politiche nell’interesse esclusivo di Santa Marinella e dei suoi cittadini”. (agg. 03/10 ore 9.45)

ULTIME NEWS