Pubblicato il

Itff: applausi per la seconda giornata del festival

di CAROLA MILANA

CIVITAVECCHIA – La seconda giornata dell’International Tour Film Festival alla Cittadella della Musica si apre nel pomeriggio di giovedì con la proiezione delle opere partecipanti al concorso con la sezione Turismo, continuando con Fiction, Documentari e i cortometraggi di animazione fuori concorso della celebrazione Slovacca. (agg. 05/10 ore 17.31) segue

IL CORTOMETRAGGIO. La serata, presentata da Gino Florio prende invece avvio con la proiezione del cortometraggio di Pietro Delle Palme “5 minuti”, raffigurando vere scene di vita quotidiana del regista e della sua famiglia, scene prese da vecchie pellicole in cui Delle Palme era ancora bambino. Il regista sceglie la propria vita, i propri ricordi per la realizzazione di un’opera che rispecchia la realtà; il cortometraggio nasce con l’obiettivo di essere vero, un obiettivo che pare esser stato raggiunto considerando che grazie ad esso è stato finalista al David di Donatello. Venendo al succo, il corto parla del tempo, come si può intuire dal titolo. Il tempo di una vita in questo caso, come è successo proprio al regista che si è visto passare in un flashback di 5 minuti esatti tutta la sua vita, o meglio, tutti i suoi momenti più significativi, chiedendosi “ma quanto dura una vita? Un minuto vissuto come si può classificare?”.

Delle Palme dopo tutte le sue riflessioni grazie ai suoi 5 minuti viene premiato con lo Special Award e dichiara “la magia del nostro lavoro è questa, non c’è nient’altro che testa, carta e penna, per poi diventare video – aggiungendo – questo Festival è un gioiellino, ne sono legato e sarò sempre presente”. (agg. 05/10 ore 18)

LO SPETTACOLO. Cambiando genere, al termine della serata Florio presenta “Cinema, spettacolo di musica ed immagini della storia del cinema” scritto da Gino Saladini e Marco Manovelli. Uno spettacolo in scena per la primissima volta all’ITFF, volto a raccontare e celebrare il cinema in tutte le sue forme e in tutta la sua storia, mescolando ad esso le sue celebri canzoni. Lo spettacolo nasce proprio per questo Festival, afferma Manovelli, dopo aver desiderato di partecipare; che poi si terrà anche al Gassman. Saladini descrive il cinema come divertimento, emozione e passione e dichiara che lo spettacolo è realizzato per raccontare cosa è per loro il cinema e cosa dovrebbe tornare ad essere, soprattutto per i giovani. (agg. 05/10 ore 18.30)

ULTIME NEWS