Pubblicato il

Tidei: ''La mia umile origine mi ha insegnato il rispetto del lavoro''

GIORNATA ECOLOGICA E POLEMICHE. Il primo cittadino replica alle critiche rivoltegli dopo aver partecipato alla pulizia di S. Severa

GIORNATA ECOLOGICA E POLEMICHE. Il primo cittadino replica alle critiche rivoltegli dopo aver partecipato alla pulizia di S. Severa

SANTA MARINELLA – Il sindaco Pietro Tidei, risponde a coloro che gli hanno rivolto critiche, dopo aver partecipato alla giornata ecologica a Santa Severa, dove ha effettuato, insieme ai cittadini e ai volontari, alla pulizia del centro cittadino. In particolare, il primo cittadino se la prende con il consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle Francesco Settanni che aveva espresso un suo giudizio sull’iniziativa del primo cittadino di Santa Marinella. (agg. 05/10 ore 7.17) segue

“PROVENGO DA UNA FAMIGLIA OPERAIA”. «Vorrei rispondere ad un sedicente consigliere che discute di un Sindaco che, per contribuire a pulire un pezzo di città ed educare i cittadini ad una maggiore coscienza civica, non esita a prendere una scopa in mano insieme ad un gruppo di volenterosi ed encomiabili cittadini pulendosi un intera via di Santa Severa – dice Pietro Tidei – vorrei dire a questo signore che il sottoscritto proviene da una famiglia operaia e che ha potuto frequentare il liceo classico l’Università e conseguire il titolo di avvocato cassazionista grazie ad un duro lavoro estivo di operaio, cameriere, bracciante agricolo, generico cavallerizzo con le più svariate compagnie cinematografiche nonchè quella di arbitro di calcio e giovane insegnante. E la mia umile provenienza insieme all’insegnamento dei mie cari genitori mi hanno insegnato a rispettare il lavoro anche quello più umile e la povertà. Non mi sento ne soldato ne colonnello e nessuno mi ha collocato in pensione anzitempo. Lavoro ancor che da sindaco con la coscienza di un operaio e non mi vergogno a prendere una scopa in mano e ripulire le strade. Sono stato, nel 1971, il più giovane consigliere provinciale d’Italia ed ho percorso orgogliosamente tutte le tappe istituzionali come il Comune, la Provincia, la Regione, il Parlamento, i vertici aziendali tra le aziende più importanti d Italia, ma sempre con lo spirito di operaio e di figlio del popolo, quello che lavora e non di chi campa di rendita con un grado sulle spalle”. (agg. 05/10 ore 8)

IL COMMENTO DI BAGAGLIA. A dar man forte al sindaco c’è anche Franco Bagaglia che incalza. “Mai avrei pensato nella mia evidente ingenuità e fiducia nel genere umano che una foto raffigurante un sindaco accompagnare le meritorie attività di volontariato di un gruppo di solerti cittadini intenti a dare un contributo alla pulizia della propria città potesse mai essere oggetto di qualche critica o peggio ancora essere imbrattata dal fango delle più assurde maldicenze – afferma Bagaglia – siamo di fronte al classico caso in cui il diritto di critica sa parte di certi personaggi pubblici arriva ad oltrepassare la pubblica decenza per sconfinare in un turpiloquio di argomenti a sostegno che definire aberranti è puro eufemismo. Invito quindi il signor Settanni a motivare le sue idee sulla base di sentimenti più nobili e non certo su quella degli istinti di rabbia che tra l’altro lo portano a esprimere tesi che non stanno ne il cielo ne in terra”. (agg. 05/10 ore 8.30)

ULTIME NEWS