Pubblicato il

Porto, la Feneal Uil sollecita un tavolo con gli edili

Porto, la Feneal Uil sollecita un tavolo con gli edili

CIVITAVECCHIA – Subito gli appalti e la convocazione di un tavolo con gli edili. È la richiesta che arriva dalla Feneal Uil, all’indomani dell’approvazione da parte della Bei del finanziamento da 195 milioni di euro per l’Adsp del Mar Tirreno centro settentrionale, dedicato in particolare all’ampliamento del porto di Civitavecchia e alla creazione di un nuovo hub portuale commerciale a Fiumicino.

Una notizia che la federazione sindacale provinciale degli edili della Uil valuta positivamente, soprattutto perché attraverso questo finanziamento europeo si permette di continuare a potenziare l’importante infrastruttura, consentendo di far ripartire il settore edile del territorio.

“Si inizino subito le gare di appalto, da parte dell’Autorità portuale, con l’obiettivo di dare il via aicantieri entro i primi mesi del 2019 – dichiarano il segretario generale Agostino Calcagno e Massimo Fiorucci della Feneal Uil di Roma – in questi anni l’edilizia a Civitavecchia continua a essere completamente ferma, voce primaria dell’economia cittadina profondamente provata dalla crisi che ha fatto registrare la fuoriuscita dal mercato regolare centinaia di lavoratori. Un dato disastroso per il territorio, non soltanto per la povertà in cui molti lavoratori sono progressivamente scivolati, con conseguente contrazione dei consumi, ma ancor più per i rischi sul piano della sicurezza sul lavoro corsi dai lavoratori che confluiscono nel sommerso, oltre ai relativi fenomeni di elusione contributiva”.

Per tutti questi motivi il sindacato chiede quindi al presidente dell’AdSP Francesco Maria di Majo di convocare la categoria dell’edilizia, “per recuperare e dare continuità alle intese raggiunte nel 2016 sulle clausole occupazionali per le maestranze impegnate nei cantieri portuali. Riteniamo fondamentale – hanno concluso – che la categoria riprenda un percorso concordato con l’ente, anche perché il porto, costituisce la principale stazione appaltante del territorio ed una fondamentale infrastruttura del paese”.

ULTIME NEWS