Pubblicato il

Fondi Prusst: la "resa dei conti" domani a Capodimonte

Fondi Prusst: la "resa dei conti" domani a Capodimonte

CIVITAVECCHIA – Le Scuderie Farnesiane del comune di Capodimonte ospiteranno domani la decima giornata di studi sulle risorse e prospettive della Tuscia, promossa dall’ufficio consortile interregionale della Tuscia. Una sorta di “resa dei conti”, in vista del termine per l’utilizzo dei fondi residui messi a disposizione nel 2014 dal Ministero previsto per il 31 dicembre. Si andrà infatti a fare il punto sullo stato di avanzamento delle opere pubbliche finanziate attraverso il Prusst nei 14 comuni di Lazio, Toscana ed Umbria, valutando idee per il futuro e proposte.  “Una giornata importante – ha commentato il direttore generale dell’ufficio, l’architetto Francesco Correnti – si renderà conto dell’utilizzo dei 2,4 milioni messi a disposizione. Un momento prezioso, tanto più in questa situazione contingente, per uno scambio di idee e per la concertazione su nuovi programmi comuni e la sinergia nella costruzione di un cammino innovativo. Un’occasione piacevole per ritrovarsi tra colleghi ed amici con cui si sono progettate e realizzate iniziative entusiasmanti. Per quanto riguarda Civitavecchia abbiamo recuperato, insieme all’assessore all’Urbanistica Alessandro Ceccarelli, la questione relativa alla rotatoria di Porta Tarquinia, superando i problemi che erano sorti. C’è poi il progetto della Galleria Calamatta”.

E proprio Civitavecchia avrà un importante spazio nel corso della giornata. Innanzitutto con l’intervento della professoressa Francesca Romana Stasolla, sull’accordo di collaborazione per le indagini sul Campanile di San Giulio/Sant’Egidio (nella foto) propedeutiche alla soluzione del problema della sua tutela e valorizzazione, e sugli studi relativi alla città medievale di Leopoli Cencelle e quelli sui resti di Aquae Tauri. Sarà poi allestita la mostra “L’anima di Civitavecchia, tra la torre quadrata della Rocca ed il campanile di Santa Maria” curata dallo stesso architetto Correnti. E ancora l’interessante intervento dell’architetto Danilo Di Gennaro su “Il caso Italcementi: una buona occasione di rigenerazione urbana”. Infine l’intervento dell’assessore Ceccarelli che, insieme agli altri responsabili dei 14 comuni interessati dal Prusst, illustrerà l’utilizzo dei fondi che, per Civitavecchia, hanno riguardato e riguardano tre interventi su  beni di interesse storico-artistico e ricostituzione del Centro documentazione urbanistica.

“Un seminario molto utile – ha concluso Correnti – anche per la formazione e l’aggiornamento professionale sulle buone pratiche sperimentate in un comprensorio così vasto e con tanti enti pubblici e soggetti privati”.

ULTIME NEWS