Pubblicato il

Sicurezza sul lavoro: novità al processo contro il sindaco Cozzolino

Sicurezza sul lavoro: novità al processo contro il sindaco Cozzolino

CIVITAVECCHIA – Nuova udienza, ieri mattina in tribunale, per il procedimento che vede protagonista il sindaco Antonio Cozzolino, davanti al giudice per la vicenda relativa alla sicurezza sui luoghi di lavoro. 
Ad essere ascoltati il segretario generale Caterina Cordella ed il dirigente degli uffici finanziari, chiamati a testimoniare dalla difesa del primo cittadino, rappresentata dall’avvocato Roberto Immediata. 
Il nodo del contendere era la presenza o meno di copertura economica nei capitoli di spesa relativi, proprio per la sicurezza sui luoghi di lavoro. 
Ed entrambi, in aula, hanno confermato come i capitoli interessati fossero provvisti di dotazione economica adeguata. Non era invece questa la considerazione del responsabile della Asl che aveva eseguito gli accertamenti in alcuni uffici comunali. 
Una discrasia che non è passata inosservata proprio alla difesa del primo cittadino. 
A quanto pare, infatti, dopo aver rinunciato ai testi residui, l’intenzione è quella di chiedere che gli atti tornino alla Procura, ipotizzando una falsa testimonianza a carico del dipendente della Asl o una omissione di atti d’ufficio. 
O i documenti del Pincio infatti non sono stati letti correttamente oppure non sono mai arrivati alla Procura che, in base a quanto acquisito, aveva disposto un decreto penale di condanna, a seguito anche degli accertamenti della Asl in alcuni uffici comunali, a carico del sindaco Antonio Cozzolino.  
«Ritenendo di essere nel giusto e che le responsabilità di quanto accertato dalla Asl siano da cercare altrove – aveva spiegato lo stesso primo cittadino – ho fatto opposizione al decreto tramite il mio avvocato. Volendo, avrei potuto pagare una sanzione economica ed evitare il processo». 
Processo che invece va avanti davanti al dibattimento, con la prossima udienza che è stata fissata per il 7 giugno 2019.

ULTIME NEWS