Pubblicato il

La Prociv verso la formazione permanente

La Prociv verso la formazione permanente

Il funzionario Bisegni annuncia l’apertura di un centro condiviso con le associazioni del settore. Progetto lungimirante avallato dall’Amministrazione comunale    

di TONI MORETTI

CERVETERI – Certo, può occorrere del tempo prima che vengano riconosciuti e acclarati meriti e competenze anche se riconosciuti e certificati, da carriere esemplari, ma la voglia di fare, di saper fare bene, alla lunga superano  ostacoli ed incomprensioni dovuti quasi sempre ad interpretazioni poco realistiche di una burocrazia che lascia in ombra progettualità eccellenti e di conseguenza persone adatte a realizzarli e a svilupparli. (agg. 16/10 ore 9.30) segue

LA FORMAZIONE. Renato Bisegni, il  coordinatore della Protezione Civile di Cerveteri, ha ed ha sempre avuto le idee chiare non solo dei compiti e del come vanno assolti da parte dei volontari operatori ma anche sul fatto che tutti i cittadini, sin dalla tenera età vanno formati e responsabilizzati ad una concezione di una società che va protetta da ogni imprevisto, e sa che offrendo attraverso la formazione i mezzi che non li fa sentire disarmati ma reattivi ad ogni evenienza, allontana da loro l’idea dell’attesa del soccorso ma li responsabilizza a sentirsi loro stessi il soccorso per se e per gli altri.  Guidato da questa idea, Bisegni ha intenzione di portare avanti un grande progetto  che vede come protagonisti uno spazio aggregante, non solo simbolico, dove possano realizzarsi con l’aiuto e la partecipazione di tutte le associazioni già attive nella gestione del bisogno, corsi di formazione interdisciplinari aperti a tutti e far diventare quel luogo un vero vivaio per la Protezione Civile. (agg. 16/10 ore 10)

LA COOPERAZIONE TRA GRUPPI. C’è da dire che l’amministrazione comunale non ha esitato ad avallare il progetto mettendo a disposizione quello che ha potuto. Un primo esempio lo si è avuto con il supporto dato dal Nucleo della Prociv di Cerveteri alla passeggiata di domenica con ben tre  equipaggi. 
Uno con il Nucleo Sanitario che era comprensivo dell’ ambulanza dell’Assovoce  di Cerveteri e poi,  nel primo pomeriggio a Santa Marinella che la vede la nostra Prociv protagonista di un noto evento sportivo a carattere nazionale dove non poteva mancare, sempre in supporto agli atleti partecipanti all’evento. 
«E’ stato – dice Bisegni – un  esempio reale di cooperazione tra i vari gruppi di Protezione Civile, fondamentale per la crescita  professionale ed intellettuale dei volontari». (agg. 16/10 ore 10.30)

ULTIME NEWS