Pubblicato il

Al Calamatta l'innovazione è di casa: tre prototipi presentati al Maker Faire

Al Calamatta l'innovazione è di casa: tre prototipi presentati al Maker Faire

CIVITAVECCHIA – Tre progetti che hanno conquistato il numeroso pubblico presente al Maker Faire di Roma, il più grande evento europeo dedicato all’innovazione. Sono quelli che sono stati presentati dagli studenti dell’istituto superiore Calamatta di Civitavecchia, all’interno della sezione Calls for Schools.
Alla selezione per l’edizione 2018, che si è svolta lo scorso fine settimana alla fiera di Roma, hanno partecipato scuole secondarie di secondo grado nazionali e appartenenti ai Paesi dell’Unione Europea. E l’Istituto “L. Calamatta” è rientratp tra gli istituti individuati che hanno potuto contare su uno spazio gratuito alla Maker Faire Rome nel quale esporre i propri prototipi. 
«Prototipi di alto spessore contenutistico e di estrema raffinatezza – ha commentato Lorenzo Tagliavanti, presidente della Camera di Commercio di Roma – alcuni dei quali definirei, quasi “ready to market”». La massiccia partecipazione e la capillare provenienza dei progetti sono il segnale di come la scuola italiana stia raggiungendo una professionalità elevata nella preparazione dei nostri ragazzi al tema della digitalizzazione. 
I prototipi, interamente realizzati con le stampanti 3D del FabLab dell’istituto, sono stati ideati nel corso del progetto di Impresa Formativa Simulata “Impresa in Azione”.
Grande sostegno alla squadra di 15 studenti che ha presentato alla platea dell’evento i progetti realizzati è stata dato dall’ingegner Ireneo Germani, il quale ha messo a disposizione la sua alta professionalità, competenza e capacità di promozione dei talenti. 
I prototipi che hanno visto gli studenti del Calamatta protagonisti del Maker Faire 2018 sono stati innanzitutto l’I-keel,  un innovativo sistema da installare a bordo di imbarcazioni a vela per aumentarne prestazioni e manovrabilità attraverso un sistema evoluto di chiglia basculante, retrattile e bulbo intelligente: il progetto è stato realizzato dal team composto dagli studenti delle classi IIIATTL, indirizzo Nautico per la Conduzione di Apparati ed Impianti Marittimi, e IVC, indirizzo Professionale per la Manutenzione ed assistenza tecnica. 
C’è poi ‘‘Safe One’’, un salvagente innovativo autogonfiabile totalmente automatico che si compone di uno speciale interruttore che chiude un contatto in caso di impatto con l’acqua, innescando il gonfiaggio tramite una bomboletta di CO2, ideato dalla 3B Conduzione del mezzo navale. 
E infine ‘‘Galys’’, gli occhiali per disabili visivi dotati di sensori in grado di rilevare gli ostacoli intorno alla persona che li indossa, pensati in tre versioni: base, intermedia e completa. Questo progetto è stato realizzato da un gruppo di lavoro costituito da ragazzi delle classi terze provenienti da diversi indirizzi, quali moda manutenzione e meccanico. 

 

ULTIME NEWS