Pubblicato il

''Natale a Ladispoli: Stelle e desideri'', si cercano organizzatori

''Natale a Ladispoli: Stelle e desideri'', si cercano organizzatori

LADISPOLI – Nonostante il freddo non sia ancora arrivato forte e chiaro, i mesi scorrono lentamente verso uno degli appuntamenti più attesi di tutto l’anno: il Natale. E così anche quest’anno l’amministrazione comunale di Ladispoli prova a ideare qualcosa di originale per dare la possibilità ai residenti e non di trascorrere le giornate natalizie in modo diverso. Pista di pattinaggio, Villaggio di Babbo Natale e Mercatino natalizio sono gli ingredienti da ”mescolare”. Una ricetta vincente lo scorso anno che ha spinto l’assessore alla Cultura Marco Milani a riproporla anche per l’anno 2018. Ma con delle novità. (agg. 25/10 ore 7.59) segue

CAMBIANO LE DATE. In primis le date: al contrario dello scorso anno sia il mercatino che il Villaggio di Babbo Natale non saranno presenti fino al 6 gennaio ma solo fino al 26 dicembre. Diversa invece, probabilmente, la permanenza della pista di pattinaggio in piazza Rossellini che «potremmo pensare – ha spiegato Milani – di lasciare fino al 6 gennaio». La seconda novità riguarda proprio gli organizzatori dell’evento. Potranno essere più di uno. Visti infatti i costi da sostenere, per far sì che associazioni o enti con risorse limitate si prevarichino la possibilità di dare la propria disponibilità alla realizzazione degli eventi, l’amministrazione ha deciso di spacchettare gli eventi. Ci sarà dunque la possibilità di scegliere, dunque, se organizzare l’intero pacchetto di iniziative o realizzarne solo una. Saranno poi gli amministratori di palazzo Falcone a unificare il prodotto per renderlo omogeneo. Non solo: pensando alle difficoltà economiche che le associazioni potrebbero riscontrare nell’organizzare il “Natale a Ladispoli”, l’amministrazione comunale darà anche la possibilità di scegliere tra il ”tradizionale” gazebo o le casette di legno (utilizzate lo scorso anno). (agg. 25/10 ore 8.30)

LE SOLUZIONI PROPOSTE DAL COMUNE. Secondo le indicazioni pubblicate nell’avviso sul sito del Comune, si potranno scegliere diverse soluzioni di luoghi per la realizzazione delle attività: Piazza Rossellini dove dovrebbe sorgere la pista di pattinaggio o il Villaggio di Babbo Natale (o entrambi); i giardini di via Firenze dove in alternativa potrà essere realizzata la pista di pattinaggio; l’interno dei giardini pubblici ”Fedeli” di via Odescalchi fino all’angolo di via Trieste per il mercatino o il Villaggio di Babbo Natale (o entrambi) e il marciapiede di via Odescalchi fino all’angolo con via Trieste (in questo caso le casette o gli stand dovranno avere l’apertura verso la stessa strada). L’orario di apertura dovrà essere compreso tra le 10 e le 23. E per assicurarsi che il mercatino sia il più natalizio possibile, nell’avviso viene specificato che ”i gazebo o casette dovranno essere addobbati e illuminati a tema natalizio, tutti nello stesso modo, al fine di creare la tipica calda atmosfera natalizia dei villaggi alpini; all’esterno degli stessi dovrà essere posta una passatoia di colore rosso; è fondamentale la diffusione di musica a tema per tutto il percorso del mercatino; nei gazebo o casette è autorizzata la vendita precipuamente di: prodotti dell’artigianato, figure e accessori per il Presepe, addobbi per l’albero di Natale, candele e altri oggetti in cera, prodotti dell’artigianato artistico, in legno, vetro, metallo, paglia, cuoio, tessuti, ceramica, terracotta, sculture in legno, articoli da regalo natalizi caratteristici delle regioni italiane; prodotti alimentari enogastronomici regionali e tipici delle festività natalizie, somministrazione di alimenti e bevande al pubblico (massimo 8 gazebo o casette)”. Per agevolare inoltre la manifestazione ”Il Comune esenta l’assegnatario dal pagamento dei tributi relativi all’occupazione del suolo pubblico”, mentre ”sono a carico dell’organizzatore i costi relativi alla fornitura dell’energia elettrica, della Tarig e di quant’altro necessario per lo svolgimento delle attività”. Le domande di partecipazione dovranno essere consegnate all’ufficio protocollo mediante raccomandata o consegna diretta nell’orario di apertura (lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 12, martedì e giovedì dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 17.30) entro e non oltre il 12 novembre 2018. L’assegnazione della proposta progettuale tra quelle pervenute nel termine previsto, si svolgerà il 13 novembre 2018. (agg. 25/10 ore 9)

ULTIME NEWS