Pubblicato il

''L’emergenza è stata gestita molto bene''

''L’emergenza è stata gestita molto bene''

Lo dice il responsabile del gruppo comunale di Protezione civile di Cerveteri. Renato Bisegni: «La formazione frutto di uno sforzo con le altre associazioni e a fianco delle forze armate ha fatto si che in due giorni tutti i problemi emergenziali sono stati risolti»  

di GIULIANA OLZAI

CERVETERI – «L’emergenza è stata gestita molto bene – dice soddisfatto Renato Bisegni, responsabile del gruppo comunale di Protezione civile di Cerveteri – L’abbiamo affrontata con molti equipaggi in campo: una media di sei al giorno, quattro i nostri e due di Assovoce. C’è stata poi una grossa collaborazione con la base di Furbara per l’evento sull’Aurelia. Quattro o cinque alberi enormi sono caduti invadendo entrambe le carreggiate all’altezza del cavalcavia sulla via Aurelia – Furbara.  La sinergia che si è creata durante l’anno di formazione sicuramente ha dato ottimi risultati. In poco tempo infatti abbiamo liberato tutta la rete viaria senza problemi e coordinandoci come dovrebbe essere nei casi di emergenza. Chiaramente siamo stati anche molto fortunati perché non ha piovuto molto. Il problema è stato soprattutto il vento che ha raggiunto punte di 90 km orari. Quindi gli interventi hanno riguardato sostanzialmente alberi scossi e abbattuti dalla furia del vento, ma fondamentalmente siamo stati fortunati perché non ci sono stati gravi ripercussioni. Un paio di giorni ci vogliono per rientrare nella normalità perché continuano ad arrivare segnalazioni di alberi caduti, di rami spezzati e chiome abbandonate. Questo rientra nella normalità perché il vento è stato fortissimo».  
Certamente col forte vento sono venuti fuori anche anni di incuria, di piante cresciute alla buona, abbandonate a se stesse, di alberi vetusti o compromessi da potature inappropriate. Rimane da gestire nelle prossime ore un lavoro di super manutenzione così da portare a termine tutto ciò che è stato messo in campo. (agg. 30/10 ore 17.26) segue

«E’ ANDATO TUTTO BENE». «Un’esperienza comunque molto formativa – conclude Bisegni –  in quanto tutte le emergenze sono ognuna diversa dall’altra e servono sempre per crescere sicuramente come abbiamo visto. Cioè la formazione frutto di uno sforzo con le altre associazioni e a fianco delle forze armate, ha fatto si che in due giorni tutti i problemi emergenziali sono stati risolti in un batter di ciglio. Quindi è andato tutto molto, molto bene». 
Soddisfazione anche da parte di Giuseppe del Regno, presidente di  Assovoce, disponibile H24 con i suoi volontari che dice: «Quello che è successo in questi tre giorni è stata dura ma abbiamo dato tutto quello che potevamo dare, sempre in sinergia con la comunale.  E’ stata una bella esperienza vedere volontari e militari lavorare insieme per liberare l’Aurelia». (agg. 30/10 ore 18)

GLI INTERVENTI. Decine e decine gli interventi effettuati in questi giorni per liberare le strade dalla caduta di alberi, radici, rami e tronchi che hanno invaso la carreggiata in particolare su via Settevene Palo, via della Necropoli, via di Ceri, via San Paolo, Campo di Mare, l’Aurelia (di fronte al benzinaio). Una pianta di ulivo ha invece bloccato la circolazione tra via Tenuta di Zambra e via di Zambra. 
La loro parte l’hanno fatta pure i Vigili del Fuoco, alcuni peraltro pure volontari della Prociv, operativi al massimo per risolvere tutti quegli interventi più tecnici, riguardanti l’interruzione delle linee dove c’erano tutti i tralicci della Telecom spazzati via dalla furia del vento, e dell’alta tensione.  Per non parlare poi dell’enorme  lavoro svolto per tagliare tutti quei rami rimasti penzolanti nelle parti aree degli alberi in quanto dotati delle attrezzature idonee per intervenire . 
Intanto, domani tutte le scuole regolarmente aperte. (agg. 30/10 ore 18.30)

ULTIME NEWS