Pubblicato il

Marina e barriera soffolta: Tidei attacca i Cinque Stelle

Marina e barriera soffolta: Tidei attacca i Cinque Stelle

Piazza della Vita coperta dai detriti portati dalla mareggiata. Il sindaco di Santa Marinella critica l'attuale amministrazione per non aver svolto lavori di manutenzione in questi anni ed aver lasciato nel cassetto il progetto della barriera che avrebbe potuto preservare l'area 

CIVITAVECCHIA – La violenta mareggiata che si è abbattuta sulla Marina, portando detriti e rifiuti di ogni genere, facendo saltare la pavimentazione in più punti e portando addirittura massi sulla piazza, lascia spazio anche per la polemica politica. (agg. 01/11 ore 17.05) segue

BARRIERA SOFFOLTA, TIDEI ATTACCA COZZOLINO. Arriva infatti dal sindaco di Santa Marinella Pietro Tidei l’accusa rivolta all’amministrazione Cinque Stelle colpevole di non aver eseguito alcun intervento di manutenzione nel corso del mandato. “Putroppo questi amministratori, prevenuti verso tutto il mondo che li circonda – ha tuonato Tidei – non hanno dato nemmeno uno sguardo al progetto della diga soffolta, che era stato pensato per proteggere l’opera dalle mareggiate come quella dei giorni scorsi. Un progetto che è lì, in Comune da anni, ma che nessuno nell’ultimo quinquennio si è preso la briga di realizzare. Questo progetto avrebbe salvato la Marina dalla distruzione a cui invece è stata esposta negli ultimi giorni di cui non si ha conto dei danni complessivi. Ben visibile invece è l’aspetto assunto da questo sito, sfigurato così come il resto della città che è stata privata di un pezzo del suo patrimonio”.

E secondo il sindaco di Santa Marinella non regge la scusa del risparmio e della mancanza di fondi. “I soldi sono stati sperperati per le società, amministratori, liquidatori, consulenti – ha aggiunto – milioni e milioni di euro buttati dalla finestra per avere di fatto le società fallite con danno evidente per di cittadini ed i creditori. I soldi sperperati per i “grandi manager”, rivelatisi invece “piccoli-piccoli”, sarebbero bastati per farne due di barriere soffolte che oggi, avrebbero salvato sicuramente la Marina”.  (agg. 01/11 ore 17.30)

“QUESTI AMMINISTRATORI 3.0 FANNO RIMPIANGERE I LORO COLLEGHI DEL PASSATO”. E si dice infine rammaricato per l’immobilismo di una città “che ricordo viva, sempre pronta al confronto, annichilita di fatto, da una classe di amministratori indifferenti che hanno dimostrato poco amore verso la città lasciando spazio – ha concluso – a quel sentimento di odio e preclusione verso tutti coloro che non fanno parte della stretta cerchia pentastellata. Questi amministratori 3.0 hanno fatto rimpiangere i loro colleghi del passato, quelli che stavano in mezzo alla gente e non solo sui social, ascoltando i bisogni delle persone, sempre disponibili al dialogo ed al confronto. In tutto questo, una nota di conforto, tra poco tempo, probabilmente Civitavecchia potrà voltare pagina e considerare questa esperienza come un brutto sogno, sveglia cittadini, sveglia”. (agg. 01/11 ore 18)

ULTIME NEWS