Pubblicato il

Silvano Paperini lascia il comando dei Vigili del fuoco

Silvano Paperini lascia il comando dei Vigili del fuoco

In pensione dal 1° novembre, per dieci anni ha guidato il distaccamento di Civitavecchia. "Nella borsa rimangono custoditi interventi, emozioni, ricordi belli e  brutti"

CIVITAVECCHIA – “È ora di smontare, tolgo la borsa da intervento, e dopo 42 anni e 4 mesi invece di riporla dentro l’armadietto all’interno dell’autorimessa, la porto a casa dove riposerà e terrà custoditi tutti i miei interventi, tante emozioni, e tanti ricordi belli e brutti”. È il pensiero che Silvano Paperini, fino a ieri comandante del distaccamento dei Vigili del fuoco, ha affidato ai social network per annunciare la sua pensione. (agg. 02/11 ore 10)

RENZO DI CINTIO PRENDE IL POSTO DI PAPERINI. Dal 1° novembre, infatti, ha lasciato il servizio attivo, lasciando il posto all’ispettore Renzo Di Cintio che lo sostituirà nel comando. Paperini, allora ispettore, è arrivato a Civitavecchia nel 2008, prendendo il posto del capo reparto Giuseppe Ibelli. Dieci anni di lavoro, di importanti interventi, di crescita umana e professionale, passando dal comando della sola caserma Bonifazi a quello, dal 2011, del distretto che comprende Civitavecchia, Cerveteri e Bracciano. (agg. 02/11 ore 10.30)

IL COMMENTO. “Lascio degli amici – ha spiegato emozionato, facendo riferimento ai colleghi della Bonifazi e non soltanto – chi prenderà il mio posto troverà un ambiente ottimo, con uomini professionalmente preparati ed umanamente perfetti. In questi anni c’è stata una grande collaborazione: questo è forse il punto di forza. Certo, come altre realtà, anche Civitavecchia andrebbe potenziata in termini di uomini e mezzi. Di promesse ne abbiamo avute tante, ma non si sono mai concretizzate”. Di questi dieci anni Paperini, oggi ispettore anticendi capo esperto, ricordi diversi interventi particolari: dall’incendio alla centrale di Tvn al salvataggio di un uomo caduto in una cisterna, dal crollo del soffitto di una villetta a via Olimpia alla partenza per raggiungere la nave Concordia, naufragata al Giglio. E ancora gli interventi nei luoghi coliti dal terremoto, dall’Aquila ad Amatrice, passando per Ascoli Piceno e Macerata. Agli interventi operativi si sono aggiunte poi le pratiche burocratiche relative alle certificazioni anticendio, dopo attenti sopralluoghi e verifiche. “Ringrazio Santa Barbara per avermi fatto arrivare a godermi i miei amati nipoti – ha concluso Paperini – e non come purtroppo tanti fratelli che non potranno godersi tutto questo. Grazie di tutto, e Pompieri per Sempre”.(agg. 02/11 ore 11)

ULTIME NEWS