Pubblicato il

Pas: l'Authority cerca il nuovo amministratore unico

Dopo le dimissioni inaspettate di Andrea Rigoni l'incarico è ricorperto attualmente da Vincenzo Conte, già direttore tecnico della società che si occupa di sicurezza all'interno del porto, partecipata al 100% da Molo Vespucci. Ci sarà tempo fino al 15 novembre per presentare le candidature  

Dopo le dimissioni inaspettate di Andrea Rigoni l'incarico è ricorperto attualmente da Vincenzo Conte, già direttore tecnico della società che si occupa di sicurezza all'interno del porto, partecipata al 100% da Molo Vespucci. Ci sarà tempo fino al 15 novembre per presentare le candidature  

CIVITAVECCHIA – Dopo le polemiche seguite alla nomina senza evidenza pubblica ad amministratore unico, seppure a tempo, di Vincenzo Conte, già direttore tecnico della Port Authority Security e gli esposti presentati da due diversi professionisti locali, l’Autorità di Sistema Portuale ha pubblicato un nuovo avviso di selezione pubblica per titoli finalizzato alla nomina del nuovo amministratore unico della società – partecipata al 100% da Molo Vespucci – che si occupa di sicurezza all’interno dello scalo. (agg. 05/11 ore 10.15) segue

LE CANDIDATURE. Ci sarà tempo fino alle ore 12 del 15 novembre prossimo per presentare la propria candidatura. Tra i requisiti richiesti la comprovata esperienza professionale pluriennale (almeno 5 anni) conseguita con incarichi dirigenziali nel settore della sicurezza pubblica e/o privata equiparabile, con preferenza nella Maritime Security. 

Nei giorni scorsi la società è stata al centro di una serie di polemiche. La prima proprio quella legata alla nomina di Conte dopo le dimissioni di Andrea Rigoni – dopo soli tre mesi dall’insediamento in sostituzione dell’ex generale dell’Arma Umberto Saccone – da amministratore unico della Pas. La decisione del socio unico, l’Authority, di indicarlo come guida della società ha portato con sè diversi dubbi e perplessità: la prima quella di una presunta possibile incompatibilità per Conte, tra il ruolo di direttore tecnico ricoperto già da tempo e quello di amministratore unico della stessa società. (Agg. 05/11 ore 10.45)

GLI ESPOSTI. Ci sono poi i due esposti presentati da altrettanti professionisti locali che avevano presentato la propria candidatura alla selezioni pubblica: esposti attraverso i quali sono state messe nero su bianco presunte illegittimità, vizi procedurali e criticità proprio nella nomina dell’amministratore unico. Infine c’è la questione relativa allo “stato di salute” della Pas e sulla sua situazione economico finanziaria: questione, questa, piuttosto delicata e che è in corso di valutazione da parte del comitato di gestione portuale. Un argomento, questo, che verrà trattato probabilmente già nella prossima seduta. (agg. 05/11 ore 11.15)

ULTIME NEWS