Pubblicato il

''Orgogliosi di avere avuto come madrina Dacia Maraini''

‘‘FEMMINILE PLURALE’’.  Grande soddisfazione per  l’assessora Brunella Franceschini 

‘‘FEMMINILE PLURALE’’.  Grande soddisfazione per  l’assessora Brunella Franceschini 

ALLUMIERE – «Siamo stanchi, ma soddisfatti e orgogliosi del successo del Premio Letterario». 
Ad esprimersi così l’assessore alla Cultura e Pari Opportunità di Allumiere Brunella Franceschini a pochi giorni dalla serata-evento di premiazione della prima edizione del Premio Letterario Allumiere “Femminile, Plurale”, che si è svolta il 3 novembre nel palazzo della Reverenda Camera Apostolica di Allumiere e che ha visto il tutto esaurito sia nella sala dell’Auditorium che nella Sala Streaming. (agg. 07/11 ore 11.47) segue

IL BILANCIO DELLA MANIFESTAZIONE. L’assessore Franceschini ora a mente lucida traccia un bilancio di questa manifestazione. «È stato un onore e grande motivo di orgoglio avere con noi – spiega la Franceschini – avere come madrina la grande scrittrice Dacia Maraini. L’intellettuale ha toccato molti e sentiti temi spaziando dalla testimonianza autobiografica, al ruolo della donna nella letteratura italiana, fino alla necessità della lettura come spazio non solamente informativo ma formativo, educante e costruttivo dell’emotività e della crescita personale. È stato bello vedere la grande partecipazione di pubblico. Ringrazio per averci sato lo spunto per questo concorso e per la brillante conduzione dello scrittore, medico legale e criminologo Gino Saladini. Siamo riusciti a coniugare letteratura, musica e recitazione in un bell’ensemble. Ringrazio tutte le scrittrici, ben 21, che si sono messe in gioco e ci hanno affidato i loro libri. Complimenti alle finaliste Donatella Alfonso e Nerella Sommariva e Paola Martini e alla vincitrice Michela Fontana con il suo interessante e coinvolgente ‘’Nonostante il velo’’, un lavoro sulle donne dell’Arabia Saudita. La Fontana accompagna il lettore, che si immedesima attraverso il suo sguardo di donna occidentale, negli incontri con donne rappresentative delle sfaccettature di una femminilità costretta e imbrigliata, spesso ribelle, ma talvolta accondiscendente se non addirittura sostenitrice della propria condizione. La grandezza di quest’opera risiede soprattutto nella delicatezza con cui l’autrice riesce ad essere una delle protagoniste di questo lavoro, che assume presto una dimensione corale, senza mai rubare la scena alle storie delle sue intervistate». L’assessore Brunella Franceschini spiega poi: «Sono orgogliosa di quello che siamo riusciti a creare con Femminile, Plurale, un progetto su cui stiamo lavorando da un anno, con intensa attività e cura di ogni piccolo dettaglio. Un progetto che è cresciuto giorno per giorno sulla riflessione di cosa possa significare sviluppare cultura nel nostro piccolo territorio. Ci abbiamo creduto e siamo partiti. La serata di premiazione è stata la perfetta chiusura di un anno di lavoro, un lavoro di sinergia, che ha evidenziato la potenza della collaborazione». (Agg. 07/11 ore 12.30)

I RINGRAZIAMENTI. La Franceschini prosegue poi: «Il grazie più importante va a chi mi ha accompagnato in questo percorso con passione e caparbietà: Tiziana Franceschini, Karyn Minerva, Francesca Tiselli, Cecilia Toffali, Flavia Verbo, Valerio Chiacchierini. E poi Gino Saladini che, oltre ad averci magicamente condotto nella serata di premiazione, è sicuramente colui che ci ha incoraggiato e sostenuto. Grazie alle artiste che con la loro professionalità ci hanno emozionato: Novella Morellini, Paola Ingletti e Assunta Cavallaro. Grazie alla Giuria dei Lettori per la passione e la serietà con cui ha svolto il suo fondamentale compito e alle Giurate di Settore Veronica Ricotta, Martina Testa e Carmen Pellegrino per la professionalità e l’impegno. Grazie alle tre finaliste Michela Fontana, Donatella Alfonso e Paola Martini: ognuna di loro con la propria opera ci ha dato l’occasione di riflettere e condividere. Grazie, infine, alla Presidenza del Consiglio Regionale del Lazio e alla Fondazione Cariciv per aver creduto e sostenuto questo progetto. Con entusiasmo, siamo già a lavoro per la seconda edizione. Al termine della serata di sabato abbiamo presentato il regolamento per il 2019: le iscrizioni per autrici e case editrici aprono il 5 novembre 2018 e chiudono il 28 febbraio 2019. Il regolamento sarà scaricabile dal sito internet del Comune di Allumiere e pubblicato sulla pagina Facebook del Premio Letterario Allumiere Femminile,Plurale”. (agg. 07/11 ore 13)

ULTIME NEWS