Pubblicato il

Piendibene e Marietta separati in casa

La consigliera regionale invoca una mega coalizione a suo supporto L’astorriano invece vuole riproporre l’assetto dell’Ulivo. Luciani alla finestra

La consigliera regionale invoca una mega coalizione a suo supporto L’astorriano invece vuole riproporre l’assetto dell’Ulivo. Luciani alla finestra

CIVITAVECCHIA – Continuano le mosse dei protagonisti del centrosinistra cittadino. Il consigliere comunale Marco Piendibene, forte dell’appoggio dell’area Carluccio-Stella, ha puntato forte su Bruno Astorre per vincere le primarie regionali e spianare la strada alla sua candidatura a sindaco con gli ex SEL di Luciani pronti a supportarlo. Dall’altra parte Marietta Tidei allontana questo disegno con forza. Con una lettera a un telematico locale la consigliera regionale ha invitato tutti “gli uomini di buona volontà” a superare gli steccati e riunirsi per il bene di Civitavecchia. Una chiamata alle armi che sa di scesa in campo. Secondo alcuni una possibile candidatura annunciata da tempo da La Provincia. Secondo altri, un messaggio forte e chiaro al proprio partito.
Certo è che la consigliera regionale vorrebbe smontare il progetto piendibeniano auspicando una reunion di ex amministratori anche al di fuori del Pd.In fondo la stessa Tidei avrebbe una condizione ottimale per scendere in campo. L’incompatibilità tra ruolo di consigliere regionale e sindaco di Civitavecchia le permetterebbe di concorrere rimanendo alla Pisana, dimettendosi solo in caso di vittoria. 
Nel silenzio, anche su quanto sta accadendo al porto, Luciani guarda le mosse dei suoi avversari, aspettando con ansia il congresso Pd. In caso di vittoria di Zingaretti e di Astorre, la sua entrata nel Pd sarebbe  praticamente scontata. Il quadro è quindi in continuo movimento, con una certezza: le divisioni, sia a destra che a manca, non fanno che consentire al M5S, chiunque sarà il suo candidato, di aumentare le possibilità di ripetere quanto accaduto nel 2014.

ULTIME NEWS