Pubblicato il

Settemila euro per la Protezione civile

Settemila euro per la Protezione civile

I volontari locali sono al sesto posto nella classif ca del Lazio. I fondi regionali saranno usati per l’acquisto di strumentazioni  

CERVETERI – Indubbiamente non si fa fatica a dire che uno dei fiori all’occhiello dell’apparato di sicurezza del territorio del nostro paese, è ad oggi il nucleo comunale della protezione civile. Il funzionario comunale Renato Bisegni che lo dirige, non fa rimpiangere nessuno, sia per le sue doti di organizzatore, sia per le sue qualità personali che lo hanno visto più volte, in situazioni critiche intervenire da solo con grande coraggio, sia per le sue qualità di amministratore, in un ambiente dove purtroppo è successo che qualcuno non ha saputo leggere quello che altri hanno scritto o peggio non hanno voluto scrivere quello che altri avrebbero voluto leggere.(agg. 24/11 ore 9.27) segue

IL CONTRIBUTO REGIONALE. Una organizzazione di volontariato come appunto la Protezione Civile deve tenere gli occhi aperti soprattutto ai vari bandi che i vari Enti fanno per ottenere contributi che risultano poi essere indispensabili per la continuazione dell’attività ed è così che la Protezione Civile di Cerveteri si aggiudica un contributo regionale intorno a 7.500 Euro nell’ambito di un bando di concorso dedicato alle organizzazioni di volontariato, classificandosi sesta nel Lazio. Talirisorse serviranno all’acquisto di dispositivi individualidi Protezione, materiale utilissim o nelle attività  del gruppo operativo dei volontari.(agg. 24/11 ore 10)

L’IMPEGNO DELLA PROCIV. Il merito più grande che va riconosciuto a Renato Bisegniè quello di aver diversificato e fatta accettare tale  diversificazione , dal gruppo che con lui collabora. L’idea di protezione civile, che si, accorre ed opera per prevenire improvvisi eventi che procurano criticità ma che pianifica e previene, quando è possibile, con continue opere di bonifica, costanti corsi di formazione e opere di incentivazione e promozione verso le giovani generazioni operando tantissimo con progetti mirati nelle scuole.(Agg. 24/11 ore 10.30)

ULTIME NEWS