Pubblicato il

Commissione mensa a Cerveteri, ci siamo (forse)

Commissione mensa a Cerveteri, ci siamo (forse)

La sua candidatura sarà proposta alla prossima riunione del consiglio d’Istituto. Una mamma propone di prendere il posto della consigliera Barcaccia  

CERVETERI – E’ ormai nota a tutti la baruffa che si è creata durante il consiglio comunale del 15 scorso, nel momento in cui il consigliere Saverio Garbarino di 5Stelle chiese al consiglio comunale che la consigliera di maggioranza AlessandraBarcaccia si dimettesse dalla commissione mensa della  scuola poiché ritenuta quella carica eticamente inopportuna in quanto foriera, vista la sua condizione di consigliera comunale, di inopportune pressioni sulla commissione stessa, visto anche il sistema, molto sopra le righe, con il quale quella carica, dalla Barcaccia era stata ottenuta.(agg. 25/11 ore 11.04) segue

I FATTI. E’ noto anche che in quella occasione un muro è stato eretto a difesa del consigliere Barcaccia dai suoi colleghi di maggioranza, tanto che l’ordine del giorno di Garbarino è stato bocciato, ma una cosa è rimasta agli atti, la dichiarazione della Barcaccia che si era difesa sostenendo di essere stata quasi costretta ad assumere quel ruolo in quanto nessuna delle mamme era disponibile a ricoprirlo e che lei era disposta a dimettersi se ci fosse stata da parte di qualcuna una richiesta. Appare in questi giorni sul gruppo FB delle mamme dell’Istituto Don Milani il post di una mamma che dice di aver mandato una mail al presidente del consiglio di Istituto del Don Milani e di aver dato la sua disponibilità a ricoprire il ruolo di commissario nella commissione mensa. Aggiunge che è stata subito ricontattata telefonicamente dalla stessa che ha assicurato che avrebbe proposto la sua candidatura alla prossima riunione del consiglio. Se la consigliera Barcaccia dovesse tener fede alla parola data, il tutto si risolverebbe con un semplice automatismo, ma c’è un ma. (Agg. 25/11 ore 11.30)

LE ELEZIONI DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO. Alla prossima riunione il Consiglio di istituto si scioglierà per la scadenza naturale del mandato e dovrà essere rieletto e dopo l’avvenuta rielezione è probabile che si rinnovi anche la commissione mensa. Ci sarà anche stavolta un altro cavillo che “costringerà” la consigliera Barcaccia a rioccupare quel ruolo? E se ciò dovesse accadere, perché tanto accanimento anche se nessuna norma lo vieta ma visto che come consigliera comunale gli è già consentito un potere di controllo? (agg. 25/11 ore 12)

ULTIME NEWS