Pubblicato il

La Polizia sventa un furto su auto ed arresta due malviventi

PALERMO – Si erano presentati alla buon’ora di domenica, nel cuore della Zisa, sicuri di “cannibalizzare” una vettura BMW in sosta, puntando alle gomme impreziosite da cerchi in lega. Fatale ai due malviventi palermitani, G.A. e G.F., rispettivamente di 41 e 27 anni, alla fine tratti in arresto per furto su autovettura, il passaggio di due pattuglie della Polizia di Stato.

 

MENTENDO RACCONTANO CHE STANNO LAVORANDO PER CONTO DEL PROPRIETARIO DEL MEZZO

I due stavano concludendo le operazioni di trasbordo delle ruote nel portabagagli della loro vettura, avendo già lasciato il mezzo depredato poggiato sui fatidici quattro mattoni quando si sono visti “chiusi”, avanti e dietro, dalle volanti del Commissariato di P.S. “Zisa-Borgo Nuovo” e dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico. A poco sono valse le traballanti argomentazioni secondo cui sarebbero stati delegati a tale operazione dal proprietario del mezzo.  (Agg.26/11 ore 19,42)

DOVRANNO RISPONDERE DEL REATO DI RICETTAZIONE

Questi, debitamente raggiunto al telefono dai poliziotti, ha negato ogni contatto ed ha sbugiardato, quindi, i malviventi. All’interno della vettura degli arrestati, gli agenti hanno trovato bulloni delle ruote asportate, un pannello portiera sottratto alla stessa vettura, altre parti meccaniche ed un ulteriore copertone sottratto a vetture non ancora precisate che, si sospetta, siano state parimenti depredate. Per questo motivo, i due arrestati dovranno anche rispondere del reato di ricettazione.  (Agg.26/11 ore 19,46)

ULTIME NEWS