Pubblicato il

Santa marinella, sequestrati oltre 6mila ricci di mare

Blitz notturno della Guardia Costiera e del Nucleo operativo e radiomobile dei Carabinieri Duro colpo alla pesca abusiva

Blitz notturno della Guardia Costiera e del Nucleo operativo e radiomobile dei Carabinieri Duro colpo alla pesca abusiva

SANTA MARINELLA – Blitz notturno della Guardia Costiera e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia dei Carabinieri di Civitavecchia. Obiettivo, i pescatori abusivi di ricci, che distruggono la fauna marina asportando quantitativi illegali di echinodermi. Nella nottata di ieri, le due forze di pubblica sicurezza, hanno operato il sequestro di 6.500 ricci a danno di due pescatori lungo la costa santamarinellese, sferrando un duro colpo alla pesca abusiva dei preziosi frutti di mare. Intorno alle 20, la sala operativa della Capitaneria di Porto di Civitavecchia, veniva allertata da parte di un segnalante, circa la presenza di quattro pescatori non autorizzati, intenti nell’attività illecita di raccolta di ricci.Veniva quindi disposto l’immediato intervento del personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Santa Marinella e richiesto il supporto del Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri di Civitavecchia. (agg. 30/11 ore 19.20) segue

GLI ACCERTAMENTI. Le attività di ricerca e appostamento dei militari intervenuti portava, due ore dopo, all’identificazione di due dei quattro pescatori, nei confronti dei quali venivano elevate sanzioni amministrative per un totale di 10mila euro e disposto il contestuale sequestro di più di 3.000 ricci, illecitamente depredati dai fondali marini, nonché delle attrezzature utilizzate. Ulteriori accertamenti fatti, con l’obiettivo di individuare altri trasgressori, permettevano il ritrovamento di altri 3.500 ricci, molto probabilmente abbandonati dagli altri due pescatori datisi nel frattempo alla fuga. I 6.500 ricci, ancora vivi, venivano rigettati in mare, arginando in tal modo qualsiasi danno al delicato ecosistema marino delle coste interessate. La zona, ricca di echinodermi, e per tale motivo di particolare pregio per il delicato equilibrio dell’ambiente marino, è spesso oggetto di diverse forme di depredamento, rendendo necessaria una intensa attività di vigilanza che la Guardia Costiera continua, e continuerà ad assicurare al fine di contrastare l’abusivo esercizio di tale pesca e tutelare gli operatori che, autorizzati dalla Capitaneria di Porto, la esercitano lecitamente e nel pieno rispetto delle risorse. (agg. 30/11 ore 20)

UNA GIORNATA DI APPROFONDIMENTO. A riguardo, anche su sollecitazione dell’amministrazione comunale di Civitavecchia, sarà organizzata una giornata di approfondimento per illustrare alla collettività l’importante progetto che l’autorità marittima, in collaborazione con gli operatori del settore e del Centro Ittiogenico Sperimentale Marino di Civitavecchia, intende sperimentare nel tratto di mare compreso fra Santa Marinella ed il confine con il Comune di Tarquinia. (agg. 30/11 ore 20.30)

ULTIME NEWS