Pubblicato il

Maxi furto di rame alla Turchina: indagano i Carabinieri

Maxi furto di rame alla Turchina: indagano i Carabinieri

TARQUINIA – Maxi furto di cavi in rame a Tarquinia in località Turchina al confine con Monte Romano. Rubati quasi due chilometri di cavi con decine di utenze rimaste senza corrente elettrica. (agg. 03/12 ore 11.16) Segue

IL FATTO. Il furto è avvenuto in due tempi, con un primo blitz in pieno pomeriggio, quando i malviventi sabato sono riusciti a tranciare un primo quantitativo di cavi di rame dei pali dell’Enel. L’allarme è scattato intorno alle 19 di sabato, dopo un’interruzione della corrente. La zona è particolarmente nascosta e piena di fango: i ladri hanno pertanto potuto lavorare indisturbati seppure con non poche difficoltà, fino a prelevare circa 800 metri di cavi. Difficoltoso l’intervento di riparazione in loco con i tecnici dell’Enel che hanno iniziato a riparare il primo guasto, al quale ne è seguito un altro. 

A causa della difficoltà di raggiungere i fili in zone impervie, pare infatti che i malviventi abbiano agito anche domenica, portando via un altro chilometro di rame. (Agg. 03/12 ore 11.45)

INDAGANO I CARABINIERI. Al lavoro i carabinieri della stazione di Tarquinia che hanno avviato accertamenti e indagini.

Intanto alla Turchina sono stati impiegati gruppi elettrogeni per tamponare la situazioni che ha comportato un black out di corrente per circa quaranta utenze. (agg. 03/12 ore 12.15)

ULTIME NEWS