Pubblicato il

Trasversale: ora mancano solo 18 chilometri

Trasversale: ora mancano solo 18 chilometri

Inaugurato questa mattina il tratto Monte Romano Est-Cinelli. Si lavora per il completamento dell’opera fino a Civitavecchia: lo c hiede anche Unindustria. Zingaretti: "Terminato un altro tratto strategico per l'Italia". I COMMENTI DELLA POLITICA

CIVITAVECCHIA – “Superstrada Orte-Civitavecchia, completato un altro tratto strategico per l’Italia. In questo momento in cui tante opere pubbliche sono state fermate, noi portiamo avanti investimenti per rilanciare lo sviluppo, il lavoro e i servizi per le persone. Mentre c’è chi dice no… C’è chi risolve i problemi”. È quanto dichiarato dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti durante l’inaugurazione, questa mattina, del nuovo tratto Monte Romano Est-Cinelli della strada statale 675 “Umbro Laziale”.

Un altro passo importante per il completamento della trasversale Orte-Civitavecchia, infrastruttura fondamentale per tutto il centro Italia e non solo, in grado di collegare i due mari. Presente alla cerimonia di inaugurazione anche Ugo Dibennardo, direttore Operation e Coordinamento Territoriale di Anas (Gruppo FS Italiane), oltre al deputato Mauro Rotelli e al consigliere regionale Enrico Panunzi.   (SEGUE)

IL GOVERNATORE ZINGARETTI – Nel corso dei diversi interventi è stata sottolineata l’importanza dell’opera. “Apre una grande infrastruttura viaria moderna, assolutamente a zero impatto ambientale, che collega uno dei porti più importanti del Paese con le reti viarie dell’Italia verso l’Europa: un aiuto fondamentale allo sviluppo del Paese – ha ribadito il Governatore del Lazio – sono conclusi 55 chilometri su 73. I restanti 18 sono già totalmente finanziati: ora non dobbiamo fermarci e con la stessa passione dobbiamo andare avanti per finire quest’opera. Come dissi sei anni fa quando tutti mi andavano contro, ripeto: ce la faremo, apriremo anche questi cantieri e l’ultimo tratto della Orte-Civitavecchia”. Una cosa, però, Zingaretti ha voluto denunciarla. “Abbiamo atteso 3 anni per la Valutazione di impatto ambientale, 2 per l’approvazione del progetto definitivo, e 4 per gara e vincere ricorsi ed aprire cantiere, durato due anni: 9 anni di burocrazia – ha aggiunto – e due per realizzare l’opera: c’è qualcosa che non funziona e dobbiamo cambiare per il futuro del Paese. Creare lavoro, sicurezza e benessere si può fare facendo ripartire le opere pubbliche. E questa è un’opera attesa dal territorio e dal nostro sistema produttivo”. (Agg. 13/12 ore 11.42)

IL COMMENTO DI ANAS – “Per Anas è un giorno di festa importante – ha spiegato Dibennardo – un traguardo raggiunto dopo un grande lavoro di progettazione e concertazione con la Regione, a conferma che il lavoro di squadra premia. Grazie a tutte le maestranze che ci hanno permesso di essere qui oggi, alle imprese per il lavoro di grande qualità, ai tecnici di Anas e Regione che insieme hanno superato tutte le difficoltà che si presentano in ogni attività. Questi 7 km rappresentano un itinerario strategico per il Paese e per l’Europa poi, inseriti in un’opera fondamentale per il commercio ed i collegamenti con l’Europa. E questo tratto dimostra come l’Italia sia in grado di fare opere con elevato grado di tecnologia: abbiamo la prima infrastruttura in Italia dove ogni singolo viadotto ha incorporato un sistema di monitoraggio in tempo reale che trasmette alla sala operativa di Anas ogni singolo dato dell’infrastruttura.  Anche le gallerie sono state realizzate con le ultime tecnologie. E tutto è a zero impatto ambientale. Oltre 4000 alberi piantati e un sistema di raccolta acque ecologico, con 7 km di guard rail salva motociclisti e con pannelli solari per la produzione di energia elettrica. Dobbiamo essere orgogliosi”. (Agg. 13/12 ore 11.56)

UNINDUSTRIA SOLLECITA LA CONCLUSIONE DELL’OPERA – A seguire l’inaugurazione anche il presidente di Unindustria Civitavecchia Stefano Cenci. “Un altro pezzo della trasversale che viene aperto – ha sottolineato – ma prima di festeggiare del tutto bisogna terminare l’opera, perché senza il tratto da Monte Romano a Civitavecchia si rischia di vanificare quanto finora realizzato. Attendiamo il pronunciamento del Tar, il 19 dicembre prossimo, ma poi andiamo avanti spediti per completare questa importante infrastruttura che Anas sta realizzando molto bene dal punto di vista della tecnologia, della sicurezza e della qualità”. “Oggi è una giornata importante per le imprese e per i cittadini della nostra regione visto che finalmente, dopo anni di attesa, si inaugura il tratto tra Cinelli e Monteromano della Trasversale Orte – Civitavecchia – ha aggiunto poi il presidente di Unindustria Filippo Tortoriello – ora, dopo aver terminato i lavori di questo tratto, confidiamo fortemente che, dopo quasi 50 anni, si possano portare a termine gli ulteriori 18 km mancanti, che completerebbero un’opera fondamentale per la nostra regione, in particolare per la provincia di Viterbo. Una volta ultimata la Trasversale, avremo il collegamento diretto tra l’A1 e il porto di Civitavecchia, che rappresenta il primo scalo crocieristico italiano e il secondo nel Mediterraneo. La Trasversale è una di quelle infrastrutture centrali per la crescita e la competitività del Lazio ed è necessario portarla a termine nel più breve tempo possibile”. (Agg. 13/12 ore 14.57)

ULTIME NEWS