Pubblicato il

Interporto: Cfft ci riprova

Interporto: Cfft ci riprova

Dalla società italo belga l’unica offerta pervenuta. La base d’asta era di 3,2 milioni. A differenza della gara precedente questa volta si passa all’acquisto  

CIVITAVECCHIA – C’è un’offerta per l’acquisto dell’interporto. Ieri pomeriggio, infatti, sono scaduti i termini per partecipare all’ennesima asta – questa volta con gara telematica – con il prezzo base sceso a 3,2 milioni di euro. E l’unica offerta pervenuta sarebbe quella di Cfft. La società che gestisce il terminal ortofrutticolo all’interno del porto, infatti, si è candidata anche per entrare nella piattaforma logistica, rilevando l’Icpl. Già la volta scorsa la società italo belga aveva presentato un’offerta che però non era stata ritenuta conveniente, in quanto prevedeva non l’acquisto ma l’affitto di dodici mesi dell’Interporto, con possibilità di acquisto nei sei mesi successivi. E questo dopo aver già preso in affitto, nei mesi scorsi, un capannone di 4mila metri quadrati per stoccare la merce varia non alimentare all’interno della struttura.

“Siamo soddisfatti, dopo quattro anni c’è un’offerta che al momento sembra essere regolare – ha commentato il curatore fallimentare Angelo Novellino – c’è stato un gran lavoro in questi mesi: la gara telematica, il prezzo sceso ancora hanno fatto avvicinare almeno quattro/cinque gruppi o società interessate. Poi è arrivata l’offerta; e questa è già una vittoria. Il 20 dicembre si presenterà ufficialmente come unico partecipante”.

Una volta verificato il tutto ed espletate le formalità, la proposta verrà trasmessa al Comune che dovrà accertare i requisiti soggettivi ed oggettivi richiesti e si dovranno comunque attendere i dieci giorni per un eventuale rilancio del 10% da parte di altri soggetti. Un’eventualità, questa, prevista dalla gara. «Speriamo che finalmente – ha concluso Novellino – il fallimento possa chiudersi».  

ULTIME NEWS