Pubblicato il

Niente Babbo Natale alla scuola dell’infanzia: è protesta

Genitori e residenti in agitazione per il diniego della preside all’evento programmato da tempo  

Genitori e residenti in agitazione per il diniego della preside all’evento programmato da tempo  

TOLFA – A Tolfa i genitori degli alunni dell’Infanzia e tantissimi residenti sono in tumulto per ciò che è successo lo scorso 14 dicembre: «Tutto era pronto per far passare Babbo Natale, lo zampognaro e la Befana a scuola tra i bimbi dell’Infanzia che erano euforici in attesa ma – spiegano i genitori imbestialiti – la preside dell’IC di Tolfa e Allumiere li ha bloccati all’ultimo minuto». Le mamme dei bimbi dell’Infanzia raccontano con rabbia e tristezza: «I nostri figli aspettavano da giorni questo incontro, ma alla fine solo i nostri figli sono stati penalizzati perchè la dirigente ha fatto andare Babbo Natale, lo zampognaro e la Befana tra i bimbi della Primaria e del nido e all’asilo no. Come si può fare una cosa simile?». (agg. 16/12 ore 10.20) segue

I FATTI. Per capire il fatto occorre spiegare che a Tolfa il gruppo Generatio90 in collaborazione con il delegato alle tradizioni del Comune di Tolfa, Antonio Stefanini e con l’amministrazione comunale organizza a Natale iniziative per bambini, tra cui la visita di Babbo Natale nelle scuole portando ai bambini allegria, dolci e regalini. La richiesta è stata formalmente inviata a scuola lo scorso 30 ottobre e tra il 6 e il 7 dicembre si sono concordate le modalità dell’iniziativa. I componenti dell’allegra spedizione natalizia nelle scuole hanno dovuto prendere le ferie, hanno comprato a proprie spese caramelle e regali e pagato gli zampognari quindi la delusione è stato il sentimento vissuto non solo dai bambini dell’Infanzia ma anche dagli adulti che avevano organizzato al meglio l’iniziativa. Dai racconti dei genitori giovedì verso le 12, quando il gruppo dei figuranti è venuta a conoscenza che all’asilo non potevano passare per negazione della preside, hanno provato a chiedere spiegazioni alla dirigente che, però, se ne era andata e quindi hanno parlato con la vicepreside; hanno provato a chiedere di far entrare solo gli zampognari e babbo natale senza il resto della truppa e senza fare la ‘‘recita’’, ma è stato negato comunque il loro ingresso nella tristezza e delusione più totale dei bambini. Ufficialmente al momento non si sanno ancora quali sono le motivazioni. Stando alle voci i genitori arrabbiati stanno effettuando una raccolta firme e pare che verrà scritta una lettera di protesta al Miur e che verranno chieste spiegazioni in consiglio d’Istituto.  (Agg. 16/12 ore 11)

LA RACCOLTA FIRME. Intanto in paese impazza la polemica e tanti sono i messaggi di solidarietà verso i ragazzi di Generatio90 e per il delegato Antonio Stefanini da parte di vari residenti: «Stefanini e i ragazzi del gruppo portano avanti le tradizioni del paese non meritavano – spiegano i residenti – un simile trattamento. Babbo Natale non ha colori politici». Va rilevato che: «L’iniziativa era promossa dal consigliere comunale Stefanini con Generatio90 in collaborazione col Comune». (Agg. 16/12 ore 11.30)

ULTIME NEWS