Pubblicato il

Torino, rintracciati dalla Polfer due stranieri in area ferroviaria interdetta

TORINO – Nella mattinata del 12 dicembre u.s. la Polizia Ferroviaria di Torino Porta Nuova interveniva, su segnalazione di personale FS, presso lo scalo di servizio denominato “Parco Vecchio” a Torino Porta Nuova, per la presenza abusiva, all’interno di una carrozza ferroviaria in sosta, di due soggetti stranieri. La pattuglia Polfer, che raggiungeva immediatamente il luogo di bivacco, rintracciava effettivamente i due individui, dei quali uno, alla richiesta di fornire i propri documenti ai fini identificativi, iniziava a porre in essere un atteggiamento violento ed aggressivo verso gli operanti, sferrando al loro indirizzo calci e pugni, sino al tentativo di fuga.

 

DETERMINANTE LA PRONTA REAZIONE DEI POLIZIOTTI

Soltanto la pronta reazione dei poliziotti permetteva di interrompere la fuga del soggetto, che veniva successivamente condotto presso la locale Questura per essere sottoposto ai rilievi fotodattiloscopici del caso, risultando essere cittadino marocchino di 23 anni, con svariati precedenti per traffico di stupefacenti, rapina, sequestro di persona, violenza privata, furto con destrezza, rapina aggravata. (Agg.18/12 ore 20,56)

ACCUSATI DI RESISTENZA A PUBBLICO UFFICIALE

Il marocchino veniva quindi arrestato per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale e accompagnato, come da disposizione della locale A.G., presso le camere di sicurezza del Commissariato di P.S. San Paolo. Il secondo cittadino straniero trovato nella carrozza dagli agenti della Polfer, poiché in precarie condizioni fisiche, connesse al probabile abuso di sostanze alcoliche e di farmaci, veniva soccorso dai sanitari del 118 e immediatamente ricoverato presso l’Ospedale Mauriziano. (Agg.18/12 ore 21,00)

ULTIME NEWS