Pubblicato il

''Ci dobbiamo accontentare delle solite bancarelle''

''Ci dobbiamo accontentare delle solite bancarelle''

Il consigliere comunale di minoranza  Francesco Fiorucci critica la giunta Tidei

S. MARINELLA – Il consigliere comunale di minoranza Francesco Fiorucci, continua la sua fervente critica nei confronti del sindaco Pietro Tidei, accusato dal portavoce del centrodestra cittadino di essere un accentratore, presuntuoso e arrogante. «E’ un Natale diverso questo – dice Fiorucci – il Natale nel quale speravano tutti di veder rinascere questa città e nel quale invece ci si deve accontentare delle solite bancarelle, del solito filmino nel solito cinema e nel quale tutti dovranno trascorrere le feste in casa, perché fuori farà molto freddo e non ci sarà un motivo valido per uscire. Sotto l’albero ci sarebbe piaciuto trovare partecipazione, collaborazione, dialogo, rispetto e correttezza”. (agg. 19/12 ore 10.33) segue

“SINDACO DISTRATTO E INSOFFERENTE”. “Per sintetizzare, sotto l’albero ci sarebbe piaciuto trovare la tanto decantata democrazia. Invece, questo sindaco, il sindaco nuovo ma vecchio allo stesso tempo, non la pensa così. E’ un accentratore a cui piacciono le vetrine, gli slogan pubblicitari e non ama essere contraddetto mai. Così lui, e tutti quelli che gli dicono sempre di sì, assumono lo stesso atteggiamento arrogante e presuntuoso e non sono in grado di dimostrare la competenza necessaria per amministrare e quindi si avvalgono di slogan roboanti ai quali non possono mai far seguire nulla. Dimenticano che c’è una parte di città, numerosa ma non rumorosa, che non la pensa come loro, che ha votato in maniera diversa e che era disponibile ad offrire un contributo fattivo per il bene comune, ma non sapeva sempre dire sì e battere le mani. Un Sindaco distratto, insofferente ed evidentemente frettoloso di concludere le sedute di consiglio comunale, non potrà attribuire la necessaria attenzione a tutti gli interventi dei consiglieri, nemmeno a quelli della sua stessa maggioranza”. (agg. 19/12 ore 11)

“NECESSARIE INIZIATIVE SERIE”. Secondo Fiorucci Santa Marinella ha bisogno di iniziative serie e concrete che diano ai cittadini qualche certezza amministrativa, senza ripetere il ritornello che la colpa è di quelli che lo hanno preceduto. “Ad oggi – conclude il consigliere di minoranza – abbiamo una città che si appoggia principalmente sul volontariato, ma che non è in grado di organizzare questa meravigliosa sussidiarietà. Si cerca il turismo come se fosse una pozione magica ma non si prepara la città e i cittadini ad accogliere i turisti. C’è un pressappochismo organizzato che è chiaramente percepito da tutti i cittadini e comincia anche a fare breccia nella maggioranza, che ha mal gradito alcuni frettolosi e troppo scontati innesti e per questo sta puntando i piedi”.(agg. 19/12 ore 11.30)

ULTIME NEWS