Pubblicato il

Civitavecchia-Betlemme: venti anni fa il gemellaggio

Il Comitato 14 Maggio: "Una ricorrenza passata nell'indifferenza più totale delle atorità locali"

Il Comitato 14 Maggio: "Una ricorrenza passata nell'indifferenza più totale delle atorità locali"

CIVITAVECCHIA – “Il 19 dicembre 2018, un nuovo l’anniversario del gemellaggio tra Civitavecchia e la città palestinese di Betlemme è passato nell’indifferenza più totale delle autorità locali”. A distanza di due anni dalla prima denuncia pubblica, il Comitato 14 Maggio torna a sottolineare il silenzio da parte della città. “Un gemellaggio che fu siglato nel 1998 in occasione della visita in Italia di Yasser Arafat, durante la quale – hanno ricordato – fu accordata al leader palestinese anche la cittadinanza onoraria. Un patto di amicizia che portò quattro anni più tardi, in occasione della Seconda Intifada e l’occupazione della Basilica della Natività da parte dell’esercito di Tel Aviv all’intitolazione di una piazza alla marina proprio in onore a Betlemme”. Per l’evento il Rappresentante della Palestina in Italia, Nemer Hammad, dichiarò: “Qui a Civitavecchia  festeggiamo anche la fine dell’assedio della chiesa della Natività, un momento importante per noi e per voi. Su questo mare che ci unisce, su questo mare che ci dice che apparteniamo alla stessa civiltà, ci troviamo uniti nella speranza che, come i tanti che vedo davanti a me, anche i nostri bambini, nati sotto un’occupazione come i loro padri, possano trovare nella loro vita un cammino di pace e di speranza”.

Il comitato continua ad auspicare una collaborazione con il sindaco di Betlemme nel campo della valorizzazione del territorio e il posizionamento della targa relativa alla piazzetta Betlemme, nei pressi del Pirgo. “Una targa – hanno concluso – che ne indichi il nome e le circostanze in cui venne denominata. Un gesto simbolico di espressione di vicinanza e amicizia verso la cittadina della Palestina”.

ULTIME NEWS