Pubblicato il

''Concordiamo con la messa in mora da parte dell’attuale amministrazione''

Lo afferma Rinaldo Della Rocca della Lega Tuscia

Lo afferma Rinaldo Della Rocca della Lega Tuscia

TARQUINIA – «Concordiamo con l’anticipo della messa in mora da parte dell’attuale amministrazione dell’Università Agraria di Tarquinia, nei confronti di chi potrebbe aver causato una ‘‘voragine’’ enorme da portare un Ente così importante sull’orlo del baratro». Rinaldo della Rocca, della Lega Tuscia, commenta così la recente notizia della messa in mora per gli ex amministratori dell’Università Agraria. (agg. 21/12 ore 21.31) segue

“LA RICCHEZZA DELL’ENTE NON DEVE RENDERE SOLO IN TERMINI ECONOMICI”. «La ricchezza dell’Ente, tra terreni e beni immobili è grande, possiamo dire che forse negli anni trascorsi ci sia stata una gestione « allegra ?’’ questo ovviamente non siamo noi deputati per poterlo giudicare ma un passo importante è stato fatto. Questa grande ricchezza deve poter rendere non solo in termini economici, ma nel ruolo dell’Ente, prioritario per il mantenimento e lo sviluppo dell’economia locale nel settore agricolo, un ruolo che spesso è venuto meno per troppe ingerenze ‘‘politiche’’». (agg. 21/12 ore 22)

“NECESSARI SEGNI DI CAMBIAMENTO”. «Paradossalmente è una grande azienda agricola che perde ogni anno con bilanci, particolarmente negli anni passati, in rosso. Purtroppo la politica da sempre è intervenuta nelle scelte dell’Ente, che inevitabilmente da sempre è politicizzato, siamo certi che questa giovane amministrazione darà quei segnali di cambiamento, con attenzione particolare ad una serie di verifiche, questo della futura messa in mora dei precedenti amministratori è il primo importante segnale che andranno in fondo, oltre a quanto già fatto sino ad oggi, ma questo è lo scossone che doveva arrivare». (agg. 21/12 ore 22.30)

ULTIME NEWS