Pubblicato il

''Rispettiamo gli animali anche a Capodanno''

''Rispettiamo gli animali anche a Capodanno''

Il sindaco  Pascucci conferma l’ordinanza anti-botti emessa nel 2013  

CERVETERI – Anche per questo fine anno, il sindaco Pascucci rinnova l’ordinanza emessa nel 2013 che regola l’utilizzo dei fuochi artificiali nel periodo delle festività di Capodanno a difesa degli animali domestici e non che subiscono seri danni dal rumore che i cosiddetti botti producono. (agg. 28/12 ore 9.15) segue

BOTTI CONSENTITI DALLE 22 ALL’UNA DI NOTTE. Petardi, razzi e mortaretti, infatti, non dovrebbero essere mai sparati negli spazi pubblici se non strettamente nel periodo dei festeggiamenti dell’ultimo giorno dell’anno, dalle ore 22 all’una di notte. Il motivo di questa restrizione è semplice. Gli animali, tutti gli animali, sia quelli domestici che quelli liberi, sono terribilmente e mortalmente spaventati dai rumori forti. Sarebbe un gesto di rispetto verso gli animali quello di evitare del tutto, o almeno limitare al massimo, lo scoppio di petardi e simili. Molti animali fuggono terrorizzati, causando reali rischi per la viabilità stradale e rischiando essi stessi danni mentali e motori. 
«Ho paura, è capodanno anche per me. Se puoi, evita di sparare botti» è lo slogan della locandina che l’amministrazione ha scelto per sensibilizzare la cittadinanza cerite.  (agg. 28/12 ore 9.55)

LE PAROLE DEL SINDACO. «Ogni anno – dice il sindaco Pascucci – sentiamo di animali che sono morti di crepacuore per la gran paura scaturita dai continui e forti botti. Dobbiamo arginare questa violenza. Si consiglia – raccomanda il primo cittadino – per questo periodo di tempo, di tenere gli animali d’affezione chiusi in casa, con la luce e la radio accesi. Questo li farà sentire protetti e attutirà i rumori provenienti dall’esterno. Ricordiamo che chiunque violi le disposizioni dell’ordinanza è soggetto a sanzioni pecuniarie, o addirittura, in taluni casi, persino a sanzioni penali. Certo che i nostri cittadini sapranno comprendere e rispettare queste semplici regole di felice convivenza, auguro a tutti un felice 2019».
Gran bella e nobile cosa riuscire a rendere meno traumatica quell’eccesso di euforia  collettiva che porta all’uso a volte indiscriminato e a volte pericoloso  di petardi e mortaretti l’ultimo dell’anno, rispettando i nostri amici animali. (agg. 28/12 ore 10.30)

ULTIME NEWS