Pubblicato il

''Per arginare la piaga degli incendi è utile  adottare il catasto comunale''

''Per arginare la piaga degli incendi è utile  adottare il catasto comunale''

Lo afferma il rappresentante del consiglio comunale del Movimento Cinque stelle Francesco Settanni

S. MARINELLA – Il problema degli incendi, che spesso infuocano le estati santamarinellesi, è una questione che per quel che riguarda l’aspetto amministrativo non è stata mai considerata, almeno per quelle azioni tendenti ad effettuare una sorta di censimento di questi fatti eccezionali che creano migliaia di euro di danni. E’ stata dunque presentata, dal rappresentante in consiglio comunale del M5S, una proposta di adozione del catasto comunale incendi boschivi. “Il fenomeno degli incendi boschivi di origine dolosa – spiega Francesco Settanni – è fortemente legato agli interessi speculativi sulla gestione delle aree bruciate. Il catasto incendi boschivi è lo strumento previsto dalla legge 353 del 2000 cioè la legge quadro in materia di incendi boschivi, per arginare la piaga degli incendi innescati per perseguire solo interessi specifici». Un Comune su quattro, già realizza il proprio catasto incendi boschivi, e l’ordinanza della Presidenza del Consiglio, emessa per far fronte alla drammatica situazione dell’estate 2007, estende ai prefetti e ai presidenti delle regioni la sua realizzazione nei comuni ancora inadempienti. «Molto spesso – conclude Settanni – anche Santa Marinella, il cui territorio é stato per decenni devastato dagli interessi speculativi dei cementificatori, è stata oggetto di incendi che hanno messo in grave pericolo persone ed abitazioni, oltre a distruggere vaste aree di vegetazione autoctona. Il nostro gruppo consiliare dunque chiede che il Comune si doti di questo strumento per i motivi predetti. Si tratta di una battaglia per la legalità che vuole essere nel contempo una iniziativa di civiltà amministrativa a tutela del nostro territorio comunale e dell’ambiente che ne fa parte».

ULTIME NEWS