Pubblicato il

Verso la tariffa puntuale

Verso la tariffa puntuale

Presentato in aula consiliare il nuovo progetto di servizio di igiene urbana. Tra le novità il ritiro gratuito a domicilio di sfalci e ingombranti

LADISPOLI – Un nuovo calendario di raccolta differenziata sia per il centro abitato che per le zone sparse, introduzione della pulizia ‘‘manuale’’ delle vie principali della città, l’eliminazione dei divieti di sosta per lo spazzamento stradale, il ritiro gratuito e a domicilio degli sfalci verdi e degli ingombranti, l’ampliamento dei servizi accessori anche alla frazione di Marina di San Nicola. Sono solo alcune delle novità illustrate venerdì sera ai cittadini durante la presentazione del nuovo progetto di servizio di igiene urbana messo a punto dell’amministrazione comunale e che, intoppi permettendo, dovrebbe diventare operativo già dall’estate, con l’affidamento del servizio alla ditta che si aggiudicherà il bando di gara che entro il prossimo mese Città Metropolitana dovrebbe avviare. Obiettivo: arrivare entro il 2020 all’introduzione della tariffa puntuale che permetterà di superare la ‘‘soglia’’ del 71,59% (il dato è riferito al 2018) della raccolta differenziata. A illustrare le novità il sindaco Alessandro Grando, il delegato Carmelo Augello e il dirigente responsabile del progetto, l’ingegner Pravato.
SFALCI VERDI. Tra le novità
 ci sarà l’introduzione del ritiro gratuito del verde. All’interno del calendario saranno individuate almeno 15 date all’anno. In quei giorni, previa prenotazione tramite i canali tradizionali o l’app EcoPoint i cittadini potranno richiedere il ritiro dei sacchi. 
INGOMBRANTI. Lo stesso servizio sarà effettuato per i rifiuti ingombranti. In questo caso però non sarà apportata alcuna modifica al calendario. I cittadini che avranno necessità di usufruire del servizio non dovranno far altro che contattare la ditta per procedere col ritiro a domicilio. 
PLASTICA, VETRO E ALLUMINIO. Cambiano le modalità di conferimento dei materiali riciclabili. Alluminio e metalli anziché essere conferiti nello stesso mastello del vetro (come accade oggi) saranno conferiti con la plastica. Considerata poi la quantità di prodotti conferiti, sparirà il mastello giallo che lascerà il posto a dei sacchetti forniti direttamente dalla ditta che si aggiudicherà l’appalto. «I cittadini – hanno spiegato dall’amministrazione – potranno munirsi anche autonomamente del materiale utile alla differenziata purché vengano rispettati alcuni criteri». Primo tra tutti: il sacchetto dovrà essere semitrasparente e avere un capienza non superiore 125 litri. 
CHIP NEI MASTELLI. I mastelli saranno dotati di chip identificativi dell’abitazione a cui appartengono che saranno letti dagli operatori che si occuperanno della raccolta tramite dei braccialetti messi a loro disposizione e grazie ai quali saranno in grado di registrare tutte le informazioni relative allo smaltimento (in particolar modo del residuo secco, l’indifferenziata cioè) dei rifiuti da parte di ogni singolo utente. I mastelli saranno distribuiti, singolarmente anche ai residenti dei condomini. In questo modo nessuno pagherà più per l’errore di qualcuno nel conferimento dei rifiuti e l’amministrazione avrà la possibilità di procedere successivamente con l’applicazione corretta della tariffa puntuale per ogni singiola utenza. Nel caso specifico poi di alcuni condomini dove ciò non sarà possibile, resteranno ‘‘operativi’’ gli scarrabili, proprio come oggi, ma ogni singolo residente del palazzo sarà munito di sacchi per la raccolta dell’indifferenziata, munita di codice identificativo. 
ECO-COMPATTATORI: Nel progetto è prevista l’installazione di almeno 5 eco-compattatori su tutto il territorio comunale. I cittadini, dunque, potranno conferire parte dei loro rifiuti differenziati, ricevendo in ‘‘premio’’ dei buoni da utilizzare presso le attività commerciali che sponsorizzeranno questi strumenti, ottenendo in cambio pubblicità da affiggere su queste strutture.
CENTRO DI RACCOLTA MOBILE. Con il nuovo progetto saranno incrementate per tutto l’anno, e in particolar modo durante il periodo estivo, le isole ecologiche itineranti per dare la possibilità innanzitutto ai non residenti di potersi ‘‘liberare’’ dei propri rifiuti differenziati prima del rientro a casa. Le isole ecologiche potranno inoltre essere utilizzate anche dai residenti. Per quanto riguarda poi il periodo estivo aumenterà l’orario di apertura del centro di raccolta comunale, offrendo un servizio 7 giorni su 7. 
SPAZZAMENTO DELLE STRADE.  Per la felicità dei cittadini saranno eliminati i divieti di sosta legati al servizio di pulizia delle strade (che in alternativa potrebbero rimanere solo come ‘‘promemoria’’ del giorno di pulizia, senza però incappare in un qualche tipo di sanzione qualora non venga rispettato) e sarà introdotto, in particolar modo per le vie principali della città (quelle cioè limitrofe a viale Italia), lungomare compreso, la pulizia ‘‘manuale’’ delle strade.
UTENZE NON DOMESTICHE. Per le attività commerciali sarà predisposto un servizio di raccolta rifiuti personalizzato e che terrà conto delle caratteristiche del negozio e delle sue esigenze, così da «sgravare i commercianti – hanno spiegato dal Comune – di costi aggiuntivi». 
PULIZIA DEI GIARDINI PUBBLICI.  Con l’introduzione del nuovo servizio verranno incrementati i passaggi di pulizia nei giardinetti comunali passando dai due passaggi settimanali di oggi a 7 giorni su 7 in estate nelle zone principali della città e in altri casi a 4 passaggi su 7.
Col nuovo progetto inoltre sarà affidata alla ditta che si aggiudicherà l’appalto la pulizia delle spiagge pubbliche, di concerto con Ribomar e Assobalneari che con l’introduzione lo scorso anno del Piano collettivo di Salvamento, si occupa appunto della pulizia degli arenili. «Vogliamo una città più pulita – ha detto il sindaco Grando – e stiamo lavorando per questo. E’ ovvio però, che per raggiungere il nostro obiettivo abbiamo bisogno anche della collaborazione di tutti i cittadini. Dobbiamo rimboccarci le maniche per differenziare e mantenere pulita la nostra città». 

ULTIME NEWS