Pubblicato il

Il sottosegretario Vacca in visita alla Necropoli

Il sottosegretario Vacca in visita alla Necropoli

Ieri mattina a sorpresa effettua un sopralluogo sollecitato dai pentastellati. Il consigliere Garbarino: «Svincolati fondi per la digitalizzazione dei Poli Museali»

di TONI MORETTI

CERVETERI – Per circa un paio d’ore, ieri mattina, dalle 9 e giù di lì, il tam-tam delle piazze, Risorgimento, dove ha sede l’ufficio del sindaco, e Aldo Moro, dove si assiste al faticoso smantellamento della pista sul ghiaccio montata per le feste di Natale, commentava e diffondeva, con i consueti contributi di grande immaginazione, ciò che poteva essere accaduto, visto che il sindaco, appena arrivato nel suo ufficio, riscende le scale e con un diavolo che arruffava ancor di più ogni suo folto ricciolo, si dileguava in auto verso direzione ignota.  Si è parlato di un atto irriverente del sottosegretario ai Beni Culturali Gianluca Vacca del Movimento 5 Stelle arrivato a Cerveteri per un sopralluogo alla Necropoli, senza avvisarlo. Si  è annusata a lungo l’aria alla ricerca, e qualcuno con la speranza, che montasse un nuovo caso diplomatico che permettesse di parlare dei pregi e dei difetti dei 5stelle, del loro modo di intendere e di interpretare la democrazia diretta, l’uno vale uno, serve anche ad entrare in casa d’altri senza bussare alla porta? Evidentemente si ma in questo caso, sembra proprio di no. Il sottosegretario Vacca, come ci dice il consigliere comunale Saverio Garbarino, in forza ai 5Stelle: «sollecitato da me e dai militanti locali ha deciso di  venire a Cerveteri. Essendo arrivata la conferma della sua presenza all’ultimo momento, e cioè solo martedì sera, possiamo dire che non c’è stato nessun tempo per programmare la cosa, tanto che lo stesso sindaco Pascucci è stato avvisato, anche lui all’ultimo momento. Devo  dire che da parte sua c’è stata da subito una grande disponibilità, tanto che ieri mattina è venuto alla Necropoli, ha accolto il sottosegretario e si è intrattenuto scambiando qualche battuta sulla questione, della quale in questi giorni si fa un gran parlare, della discarica di Roma che la Raggi avrebbe indicato “colpevolmente “ su un sito in provincia. Nello spiegare le sue ragioni, Pascucci consegna a Vacca la stessa lettera appello firmata da sindaci e amministratori sottolineando che quella missiva è stata firmata anche da amministratori di 5Stelle e che ieri, dopo l’incontro alla Necropoli è stata consegnata alla Regione anche all’assessore regionale all’ambiente Valeriani, dimostrando di voler coinvolgere tutti gli attori. E’ stato un colloquio sereno durante il quale intervenuto anche io più volte – spiega Garbarino – naturalmente come un consigliere comunale può fare con un sottosegretario del suo partito». 
Durante il sopralluogo Vacca ha annunciato che questo governo ha svincolato dei fondi per la digitalizzazione dei Poli Museali per accedere all’utilizzo di una nuova tecnologia intrigante che si usa ora nei musei. Si tratta del video mapping che permette la proiezione di video che interagiscono con il visitatore tanto da fargli immaginare come poteva essere l’originale nel tempo del sito o dell’opera oggetto della visita. La visita alla Necropoli è stata guidata dalla direttrice  del Polo Museale  Gabrielli e si è convenuto che così come appare, la condizione generale della Necropoli è molto migliorata nel corso degli ultimi anni. 
«Noi come 5Stelle di Cerveteri, sostenuti da Marta Grande, abbiamo chiesto al sottosegretario Vacca, di essere immediatamente informati non appena escono le procedure da attuare per la richiesta dei fondi per il video mapping» conclude la sua dichiarazione Saverio Garbarino. Dispiace che durante il colloquio nessuno abbia toccato il tema degli impiegati dei servizi aggiuntivi, dipendenti di una azienda appaltatrice rimasti a casa a Natale per la fine del contratto d’appalto per il quale il Polo Museale non aveva provveduto a creare le condizioni del rinnovo lasciando decadere i termini.  La preoccupazione è che l’interruzione del rapporto di sei mesi, non compromettano le clausole di salvaguardia che garantiscono per legge la riassunzione degli operai attualmente licenziati da parte di una nuova azienda eventualmente subentrante. Questa è con molta modestia e altrettanta preoccupazione per il destino di quelle sette famiglie, è la richiesta che noi facciamo al sottosegretario Vacca.

ULTIME NEWS