Pubblicato il

Controlli straordinari in centro storico: arresti e denunce

PRATO – Ieri sera, , a partire dalle ore 20.00, è stato effettuato un pianificato  servizio straordinario di controllo del territorio nel centro storico cittadino, reso opportuno dalle ultime segnalazioni raccolte da quest’Ufficio che indicano nelle ore serali e notturne un aumento del numero di reati di natura predatoria commessi in quell’area urbana e delle situazioni di insicurezza dovute a episodi che mettono a repentaglio l’incolumità pubblica e generano allarme. Il servizio, diretto da Funzionari della Questura, è stato disimpegnato dalla Squadra Volanti integrata con altre risorse di quest’Ufficio e con il concorso di equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Firenze. Nel corso dell’attività venivano espletati controlli di polizia anche all’interno di esercizi commerciali, quali bar e punti di ristoro, dove maggiore è la promiscuità tra clienti ed utenti meritevoli di tutela e soggetti notoriamente inseriti in contesti di criminalità diffusa. In uno di questi controlli, nella fattispecie presso il distributore automatico di piazza Duomo, venivano identificati cinque soggetti, quattro uomini di nazionalità marocchina ed una ragazza italiana poco più che maggiorenne, tutti con precedenti per reati comuni o pregiudizi connessi allo spaccio ed al consumo di sostante stupefacenti. 

 

AGGRESSIONE A DANNO DEI POLIZIOTTI

Durante i controlli, un marocchino, ventenne, irregolare, iniziava dapprima a palesare segni di insofferenza ed in breve tempo passava alle vie di fatto verso gli operatori, tentando un’improbabile aggressione nei confronti di uno di loro, spingendolo e minacciandolo, costringendo i colleghi ad un intervento per metterlo in sicurezza. Nel contesto creatosi, la giovane italiana che si accompagnava all’aggregazione iniziava ad insultare gratuitamente i collaboratori, venendo pertanto denunciata in stato di libertà. (Agg.1/2 ore 20,56)

DEVE RISPONDERE DI RESISTENZA, OLTRAGGIO E MINACCE A PUBBLICO UFFICIALE

Il marocchino autore della colluttazione veniva arrestato per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, oltraggio e minacce mentre gli altri tre stranieri, così come l’arrestato, venivano accompagnati in Questura, ove hanno trascorso la notte, in quanto verosimilmente tutti irregolari e pertanto argomento di controlli di natura amministrativa, che potrebbero sfociare nel loro accompagnamento odierno presso un Centro di Permanenza e Rimpatrio, qualora risultino non in regola con le norme che ne disciplinano il soggiorno nel territorio Nazionale e si acquisisca la disponibilità di posti. L’arrestato, invece, sarà sottoposto a rito direttissimo odierno. I controlli sono proseguiti sino alle prime ore della notte in altri contesti del centro storico, senza che emergessero altre situazioni meritevoli di segnalazione. (Agg.1/2 ore 21,00)

ULTIME NEWS