Pubblicato il

Potere al popolo boccia l'amministrazione a Cinque Stelle

Potere al popolo boccia l'amministrazione a Cinque Stelle

CIVITAVECCHIA – Dopo essere andato deserto per ben due volte, il bando per il progetto Sprar tornerà nel cassetto, come confermato dal vicesindaco Daniela Lucernoni, con il Pincio che non ha alcuna intenzione di proseguire con il piano di accoglienza. “L’ennesimo fallimento dell’amministrazione Cozzolino è servito – hanno tuonato da Potere al Popolo – prendiamo atto che il sedicente governo del cambiamento si sia da tempo trasformato nella più reazionaria amministrazione che Civitavecchia ricordi: “…avevamo inoltre programmato un piano di accoglienza che partiva dal 2018, per un triennio che si conclude nel 2020. Ma è evidente che non sarebbe opportuno iniziare con un investimento e poi cambiare in corso d’opera”, dichiara la Lucernoni. Peccato che lo stesso ragionamento non sia stato utilizzato per l’ultima trovata elettorale dei grillini locali, la raccolta differenziata annunciata senza una chiara informazione per i cittadini, a pochi mesi dalla campagna elettorale. Presentazione in pompa magna, degna di una televendita mattutina di Mediaset – hanno spiegato – hanno visto il Sindaco Cozzolino e l’assessore all’ambiente Manuedda presentare l’iniziativa come una grande conquista, ospiti speciali i praticissimi bidoni in omaggio. Tagli di nastro in stile Prima Repubblica, quando invece, a fine mandato, ci si aspetterebbe la comunicazione di qualche risultato effettivo. Appiattiti alle grandi imprese, nessuna parola spesa contro l’aberrante Decreto Sicurezza del loro alleato Salvini, nemici dei portuali e del cooperativismo con tanto di denunce, servili ad Enel ed ai grandi armatori che continuano ad inquinare e a speculare come se, letteralmente, non ci fosse un domani. Questi sono i veri risultati della giunta che finalmente è arrivata a fine mandato. Non saranno 4 centimetri d’asfalto steso alla bene e meglio a far cambiare il giudizio dei civitavecchiesi rispetto a questo fallimento. Ci permettiamo infine di dare un consiglio al locale meet-up a 5 stelle che da mesi è impantanato nella scelta del prossimo candidato sindaco: Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia hanno il vostro stesso problema, fate una bella coalizione di destra con i vostri alleati di governo e con i conservatori che imitate – hanno concluso da Potere al Popolo – e gettate finalmente la maschera per rivelare la vostra natura: una giunta di inetti, incline ad assecondare i poteri forti locali, senza mai spendersi per le classi disagiate della nostra comunità. Forti con i deboli e deboli con i forti”. 

ULTIME NEWS