Pubblicato il

Liceo scientifico, niente più posti

Fiumicino. Respinte le preiscrizioni, monta la protesta. Ai genitori chiesto di trovare un’alternativa. La rivolta di Parco Leonardo: "Esclusi tutti i nostri ragazzi"

Fiumicino. Respinte le preiscrizioni, monta la protesta. Ai genitori chiesto di trovare un’alternativa. La rivolta di Parco Leonardo: "Esclusi tutti i nostri ragazzi"

FIUMICINO – Il codice di avviamento postale sarebbe quello giusto per ottenere un posto al Liceo scientifico di Maccarese. Al primo punto tra i “criteri di accoglienza” c’è infatti il fatidico 00054, insieme allo 00050. E invece per i ragazzi di Parco Leonardo, una dozzina in tutto, è arrivata tramite mail la brutta notizia: per loro non c’è posto. A segnalarlo un gruppo di genitori, residenti a Parco Leonardo. 
Oggetto: Esubero iscrizione 1° anno Liceo Scientifico per l’a.s. 19/20. “In seguito all’eccessivo numero di iscrizioni ricevute per l’indirizzo di Liceo Scientifico, e nel rispetto dei criteri di accoglimento in casi di esubero pubblicati sul Sito web dell’Istituto e nel modulo di iscrizione on line, si comunica la non accoglienza della domanda relativa a XXX per la classe prima a.s. 19/20. Questo Istituto scolastico si occuperà di smistare l’iscrizione in altro istituto scolastico previa comunicazione da parte del genitore che dovrà fornire il nominativo di un altro Istituto avente disponibilità all’accoglienza dell’iscrizione stessa, anche in base alle preferenze inserite in sede di iscrizione on line, entro e non oltre venerdì 15 Febbraio 2019’’. «Siamo sconcertati. Non solo perché ci viene detto che non c’è posto per i nostri ragazzi, come se Parco Leonardo non facesse parte di Fiumicino a tutti gli effetti, ma in più la responsabilità di trovargli un altro posto ricade sulle famiglie. Eppure fino a 16 anni siamo ancora nella fascia della scuola dell’obbligo». In sostanza – denunciano i genitori – è accaduto che tutte le domande provenienti da Parco Leonardo per il liceo scientifico siano state bocciate. «Fa strano che, rispetto ai criteri elencati, nessuno dei nostri ragazzi sia rientrato in graduatoria, nemmeno per sorteggio. E che adesso sia compito delle famiglie trovargli un altro posto è davvero assurdo». 
Già, perché dalla scuola – come si evince dal documento pubblicato sopra – hanno chiesto alle famiglie di interessarsi per trovare un’alternativa possibile, e dunque segnalare un istituto disposto ad accoglierli. «Noi dovremmo metterci a telefonare, istituto per istituto, per sapere se ci sono posti disponibili. Non stiamo discutendo se sia corretto per legge, ma se sia giusto. Siamo nel 2019, anno informatizzato tutto, ci controllano ogni singolo movimento, ci chiedono conto di ogni spesa, di qualsiasi scelta facciamo, eppure non sono in grado di collegare le scuole con una banca dati per fornire direttamente la soluzione. E’ tutto assurdo». Cosa chiedete? «Chiediamo l’aiuto del Comune, della politica, dell’Amministrazione, maggioranza o opposizione non fa differenza. Qui è in gioco il diritto allo studio dei ragazzi di Fiumicino. Peraltro a Fregene ci sono alcune aule libere, potrebbero essere utilizzate – anche provvisoriamente – per il Liceo». Un grido d’allarme che arriva a pochi giorni dalla denuncia della mancanza di posti per il liceo linguistico, e dalla evidenziazione di carenza per i posti a tempo pieno

ULTIME NEWS