Pubblicato il

''Differenziata, progetto carente ed approssimativo''

''Differenziata, progetto carente ed approssimativo''

CIVITAVECCHIA – “Lo stato di agitazione è motivato da un progetto lavorativo carente e approssimativo a pochi giorni dall’eventuale partenza, tutto a discapito dei lavoratori interessati”. Rincarano la dose i rappresentanti di Usb, Ugl e Fiadel, Flavio Zeppa, Fabiana Attig e Mirko Giannino all’indomani della replica del Cda di Civitavecchia Servizi Pubblici sulla decisione presa dall’assemblea dei lavoratori. 

I sindacalisti entrano nel merito del servizio di raccolta che dovrebbe partire a fine mese, in base ai documenti forniti dall’azienda, giudicati tra  l’altro “incompleti e poco chiari”. Nello specifico contestano “il servizio raccolta plastica di domenica mentre tale giornata – hano spiegato – dovrebbe essere di riposo. Possiamo affermare che nella formulazione dei turni e dei compiti si ravvisano incongruenze, mancato rispetto del Codice della Strada, taglio di riposi e festivi, mancata chiarezza sui ruoli e livelli di appartenenza nelle mansioni. E, cosa ancor più grave, la mancanza sul nuovo servizio di DVR (documento valutazione rischi) che può diventare anche materia penale”. 

E rispediscono al mittente le accuse mosse da Csp. “Da parte del Cda – hanno concluso – far sottintendere che i sindacalisti presenti in ultima riunione con l’azienda, non riportano ciò che sta a verbale ed hanno sottoscritto, è una leggerezza gravissima nonché poco rispettosa di chi si prodiga con tanto sacrificio del lavoro e del tempo libero per riuscire a dare contributo a questa codesta  cittadina, pertanto  non può essere accettata e costituisce ulteriore danno alle trattative già poco serie”.  

ULTIME NEWS