Pubblicato il

La Polizia di Stato arresta un rapinatore di farmacia e sventa un furto nel centro storico

PALERMO –  La Polizia di Stato ha tratto in arresto l’autore di una violenta rapina, a mano armata, compiuta, ieri pomeriggio, in una Farmacia di via Villagrazia: si tratta del pregiudicato Napoli Giuseppe, 46enne palermitano di via Agnetta. Il malvivente, dopo aver compiuto il “colpo”, non ha avuto il tempo di mettere piede a casa, domicilio non distante dal luogo della rapina: ad attenderlo laddove pensava di essere ormai al sicuro, ha trovato infatti, i poliziotti. Il domicilio dell’uomo sarebbe stato quindi soltanto una tappa intermedia rispetto al più lungo viaggio che lo avrebbe condotto prima in Questura e poi alla Casa Circondariale “Lorusso”. 

 

AGENTE LIBERO DAL SERVIZIO NOTA IL FUGGITIVO

Questa la dinamica della rapina: intorno alle 12:00, Napoli, col volto travisato da sciarpa, berretto e con le mani protette da guanti, ha fatto irruzione in Farmacia, puntando una pistola a dipendenti e clienti e dopo essersi appropriato dalla cassa della somma di 250 euro, è uscito dall’esercizio e si è allontanato a bordo di una vettura. Nei pressi della farmacia in quei drammatici frangenti, il caso ha voluto che si trovasse a passare un poliziotto dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, libero dal servizio, il quale, notando la precipitosa fuga del malvivente, ha immediatamente avvisato il “113”, fornendo una frazione alfanumerica della targa del suo veicolo, ma soprattutto, descrivendone fattezze e particolari somatici che si sarebbero rivelati preziosi per chi conosce in profondità gli ambienti della malavita cittadina. Ascoltando la descrizione del malvivente, le circostanze di luogo, la dinamica della rapina e sviluppando i dati relativi alla targa del suo mezzo di fuga, infatti, i “Falchi” della sezione “Contrasto al Crimine Diffuso” della Squadra Mobile hanno capito di avere a che fare con Napoli, soggetto noto per precedenti specifici in tema di reati predatori; sono andati quindi nei pressi del suo domicilio e ne hanno pazientemente atteso l’arrivo; pochi minuti dopo il malvivente, ritenendosi probabilmente ormai al sicuro, è sopraggiunto a bordo dell’auto segnalata; in men che non si dica gli agenti lo hanno raggiunto e bloccato, precludendogli qualsiasi possibilità di fuga; all’interno della sua auto sono stati poi rinvenuti gli indumenti utilizzati per compiere la rapina, che il Napoli aveva dismesso nei minuti intercorsi tra il compimento del colpo e l’arrivo a casa. Sempre ieri, i “Falchi” della Squadra Mobile, grazie al determinante ausilio di un collega libero dal servizio, sono riusciti a neutralizzare anche la condotta criminale di un ladro che aveva realizzato un furto presso il negozio di abbigliamento “HM”. L’uomo, Duecento Antonino, 45enne della “Zisa” noto agli agenti per precedenti specifici, con una sacca in spalla colma di capi di abbigliamento, era riuscito ad oltrepassare le casse del noto esercizio di via Generale Magliocco. (Agg.15/2 ore 20,12)

AMMANETTATO DOPO UNA BREVE COLLUTTAZIONE

A notare la fuga del ladro con il voluminoso carico sarebbe stato anche in questo caso un poliziotto libero dal servizio, appartenente al Reparto Mobile di Palermo, che casualmente si trovava nei pressi dell’esercizio; I’agente è riuscito a bloccare il ladro mentre saliva a bordo di uno scooter e intimandogli l’“alt Polizia”, gli ha impedito fisicamente di intraprendere la marcia; nel frattempo è sopraggiunta una pattuglia di “Falchi”, che stava perlustrando il centro cittadino; gli agenti hanno quindi provveduto a rendere inoffensivo il malvivente, che tentava di divincolarsi per fuggire e, dopo una breve colluttazione lo hanno ammanettato e condotto in Questura. I capi di abbigliamento sono poi stati restituiti al titolare dell’esercizio.  (Agg.15/2 ore 20,16)

ULTIME NEWS