Pubblicato il

''La Prefettura vigilerà sulle strade''

Lo afferma il sindaco Antonio Pasquini che nei giorni scorsi ha ricevuto una lettera di rassicurazioni Il primo cittadino: «Auspichiamo che Città metropolitana faccia gli interventi richiesti»

Lo afferma il sindaco Antonio Pasquini che nei giorni scorsi ha ricevuto una lettera di rassicurazioni Il primo cittadino: «Auspichiamo che Città metropolitana faccia gli interventi richiesti»

ALLUMIERE – «Siamo felici che la Prefettura di Roma vigilerà sulla sistemazione delle strade provinciali per garantire la sicurezza stradale». 
Ad esprimersi così il sindaco di Allumiere, Antonio Pasquini, il quale ha ricevuto la lettera che la Prefettura ha inviato a lui, a Città Metropolitana e al VII Dipartimento Viabilità Viaria. Nella missiva la Prefettura chiede a Città Metropolitana di ‘’poter ricevere notizie’’ sull’andamento dei lavori e sulla loro conclusione. Il primo cittadino di Allumiere esprime soddisfazione e tranquillità per l’intervento della Prefettura. «Finalmente la Prefettura vigilerà sull’effettiva realizzazione della sistemazione delle strade – spiega il sindaco Antonio Pasquini – la risposta del consigliere di Città Metropolitana con delega alla Viabilità De Vito secondo noi non è stata soddisfacente. Non si risolve questa annosa e grave problematica attappando qualche buca e fare solo la segnaletica verticale. Noi chiediamo la sistemazione del manto stradale e la realizzazione della segnaletica orizzontale che si possa vedere sempre anche nei giorni di pioggia e di nebbia della provinciale Tolfa-Civitavecchia e della strada che unisce Allumiere alla stazione». 
«Auspichiamo che con il controllo della Prefettura Città Metropolitana non faccia ulteriori promesse ma realizzi finalmente gli interventi richiesti per la sicurezza stradale». 
Venerdì sera su questo tratto un giovane è finito fuoristrada nei pressi della curva della Vaccareccia. «Su questa strada – spiega la mamma del giovane che è finito fuoristrada – non sono mai stati fatti interventi non racconrassero balle. Sono stati annunciato da oltre tre mesi gli interventi sulla Tolfa-Civitavecchia ma non sono mai stati effettuati gli interventi. È stato messo un pò di catrame solo nei pressi di La Bianca perchè l’asfalto non c’era più. Basta è ora di intervenire». Intanto la petizione per il rifacimento della strada sarà consegnata lunedì sera ai Comuni di Tolfa, Allumiere e Civitavecchia. «Abbiamo raccolto tantissime firme e ora procediamo – spiega Laura Pennesi – aspettiamo che i sindaci Pasquini e Landi facciano i consigli comunali aperti. Noi non vogliamo rattoppamenti a macchia di leopardo ma un intervento di rifacimento totale del tratto. C’è necessità di segnaletica orizzontale. Noi non ci fermeremo: se non ci daranno ascolto chiederemo audizione in Regione e al Ministero e se ancora le nostre richieste saranno disattese arriveremo a Striscia la notizia. Basta incidenti, occorrono interventi. Noi non stiamo portando avanti una battaglia politica ma una lotta per la salvaguardia della salute e della sicurezza. La nostra petizione l’abbiamo indirizzata a tutti e tre i Comuni di Tolfa, Allumiere e Civitavecchia. Sempre a proposito della Braccianese Claudia Tolfa-Civitavecchia in collina Antonio Marino e Laura Pennesi hanno ultimato la raccolta firme: la petizione per richiedere con urgenza il rifacimento di questo tratto di strada (che da tutti è nominata ‘’la strada killer’’) è stata sottoscritta da tantissime persone sia di Tolfa che di Allumiere. Firmatari della petizione anche alcuni civitavecchiesi che si recano spesso in collina.  «Laura Pennesi e Antonio Marino – spiega il sindaco di Allumiere, Antonio Pasquini – hanno contattato me e il sindaco Landi e visto che la petizione è stata sottoscritta da così tante persone sadà oggetto di discussione di un consiglio comunale aperto che faremo ad Allumiere e Tolfa. Col supporto di queste firme faremo ancora un’altra azione di forza verso Città Metropolitana perchè l’intervento su questa strada e sulla Allumiere-Stazione è sempre più necessaio e urgente. Ci tengo a precisare e a ribadire che le mie non sono polemiche ai meri fini politici, ma una constatazione di fatto della situazione di queste strade ormai troppo pericolose. Tanti cittadini ci hanno chiesto aiuto e non possiamo far finta di niente. Purtroppo in questi tratti è innegabile che manca la sicurezza e che si registrano incidenti quindi urgono gli interventi. Mi dispiace molto che il consigliere di Città Metropolitana con delega alla Viabilità abbia male interpretato la nostra lettera e la nostra richiesta».

ULTIME NEWS