Pubblicato il

Agostino De Angelis di ArcheoTheatron a TourismA 2019

Agostino De Angelis di ArcheoTheatron a TourismA 2019

Il workshop da lui ideato si terrà sabato nella sala verde del Palazzo dei Congressi di Firenze. A rappresentare l’Amministrazione comunale di Cerveteri il vicesindaco Giuseppe Zito  

CERVETERI – L’arte, l’estro dell’attore e regista teatrale Agostino De Angelis dell’Associazione ArcheoTheatron, leader nel territorio di Cerveteri e a livello nazionale, protagonista a Firenze in occasione di TourismA 2019, Salone Internazionale dell’Archeologia e Turismo Culturale, che si terrà questo weekend presso il Palazzo dei Congressi, con un workshop dal titolo: “L’Italia nel Mediterraneo, incontro di culture tra passato e presente”. 
Una realtà ben collaudata, di assoluto livello, che da anni attraverso l’arte e la cultura, porta lo spettatore direttamente nei luoghi della storia attraverso la magia del teatro. 
Il workshop, ideato da De Angelis, è strutturato come un percorso culturale volto a valorizzare il patrimonio culturale del territorio etrusco, prendendo come tema cardine, proprio il Mediterraneo. Un mare che è sempre stato luogo di interazione culturale, di incontro tra genti e culture diverse, modi di vita, tradizioni, organizzazioni sociali, conoscenze scientifiche e tecnologiche, che si sono amalgamate tra loro divenendo la base della cultura europea e internazionale.
Sarà presente, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale di Cerveteri, Giuseppe Zito, vicesindaco e assessore al bilancio e opere pubbliche.
«Agostino De Angelis rappresenta un’istituzione da un punto di vista dell’arte e la cultura nella nostra città e nel territorio – ha dichiarato il vicesindaco Zito – sono orgoglioso dunque di portare i saluti dell’Amministrazione comunale e della città di Cerveteri tutta ad un evento così prestigioso come quello di TourismA».
Al workshop, che si terrà sabato dalle 14 alle 18 nella sala verde del Palazzo dei Congressi di Firenze, interverranno nella parte scientifica Valentino Nizzo del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Simona Rafanelli del Museo Civico Archeologico “I. Falchi” di Vetulonia, Lorenzo Guzzardi del Polo Regionale di Siracusa per i siti culturali, Stefania Santangelo archeologo numismatico del CNR di Catania, Marcello Aprile docente di Filologia e Linguistica Italiana dell’Università del Salento.

ULTIME NEWS