Pubblicato il

Focene, scarichi abusivi sotto la sabbia

Focene, scarichi abusivi sotto la sabbia

Azione congiunta della Capitaneria di Porto e del Comune: rifiuti sequestrati e rimossi. L’azione penale e amministrativa restituisce la spiaggia alla natura e ai cittadini

FIUMICINO – Scarichi abusivi interrati sotto la sabbia e portati fino al mare. E’ quanto hanno scoperto e sequestrato oggi gli uomini della Capitaneria di Porto di Roma intervenuti, insieme ai rappresentanti del Comune di Fiumicino, su un tratto di arenile nei pressi di Focene. E’ l’ennesimo esempio virtuoso di come arrivino i risultati quando le istituzioni parlano e agiscono di concerto. 
Questa estate gli uomini della Capitaneria, agli ordini del comandante Filippo Marini, avevano individuato una tubazione piuttosto imponente, ancorché nascosta sotto l’arenile. Dai successivi controlli di è scoperto essere uno scarico illegale collegato direttamente con l’acqua del mare, e agganciato ad una piccola struttura di ristorazione. Col passare del tempo, tutto è stato dismesso, ma il condotto abusivo verso il Tirreno era rimasto intatto. Da lì la denuncia penale, per ciò che riguarda l’azione della Capitaneria – sempre attenta alla tutela della legalità e dell’ambiente in ogni declinazione territoriale – e il sequestro amministrativo, per parte comunale, seguita dall’assessore all’Ambiente Roberto Cini. Nelle scorse ore, una task force congiunta ha ripristinato lo stato dei luoghi restituendo alla collettività uno dei tratti più suggestivi del litorale del comune di Fiumicino ed eliminando, anche per il futuro, una pericolosa via di scarico illegale verso il mare.

ULTIME NEWS