Pubblicato il

Tenta la fuga per non finire in comunità 

Tenta la fuga per non finire in comunità 

Detenuto in viaggio verso Anguillara minaccia gesti inconsulti e obbliga i volontari accompagnatori a farlo scendere dalla macchina Notato da un agente della Polizia penitenziaria è stato seguito e bloccato

CIVITAVECCHIA – Lo stavano accompagnando in una comunità terapeutica di Anguillara, quando ha perso la lucidità e ha tentato la fuga. Protagonista un detenuto del carcere di Aurelia, al quale il magistrato di sorveglianza aveva concesso la misura alternativa. L’affidamento in prova, tuttavia, non è mai avvenuto. Ieri intorno alle 17,30 alcuni assistenti volontari della Casa circondariale stavano accompagnano in macchina il detenuto ad Anguillara, quando l’uomo, un tossicodipendente, ha minacciato di compiere gesti inconsulti se non lo avessero fatto scendere dall’auto. Nei pressi di Porta Tarquinia si è guadagnato la fuga, ma un agente della Polizia penitenziaria, libero dal servizio, lo ha riconosciuto e ha cominciato a seguirlo, provvedendo a chiamare la centrale. Dopo alcune centinaia di metri percorsi, il detenuto è stato bloccato dagli agenti, che lo hanno ricondotto in carcere.

ULTIME NEWS