Pubblicato il

Tarantino si smarca dai partiti

Tarantino si smarca dai partiti

Il candidato del centrosinistra si pone come garante tra Partito Democratico e Onda Popolare e apre alla società civile: "Valorizzerò i contributi di tutti". "Trasformare la città è possibile". Intanto Luciani e Tidei lanciano la volata

CIVITAVECCHIA – Carlo Tarantino lancia la sua proposta programmatica e si mette al di sopra dei partiti smarcandosi dalle etichette politiche tradizionali.
«Il progetto di aggregazione procede in modo costruttivo e raccoglie il consenso di forze politiche, associazioni, movimenti, organizzazioni civiche e personalità rappresentative della nostra collettività. Nel corso dei numerosi incontri e confronti è emersa un’ampia condivisione sui temi trattati e l’approvazione di un approccio basato sulla valorizzazione dei contributi proposti dalle varie realtà, diverso rispetto alle consuete e tradizionali dinamiche elettorali. Il messaggio che ho inviato a tutti gli interlocutori, e che è stato recepito, è che non sono il referente partitico di forze che fanno o faranno parte della coalizione e che mi rapporto e mi relaziono a loro in qualità di elemento di garanzia di un progetto da elaborare collegialmente e che può essere realizzato solo se condiviso ed elaborato sulla base delle esigenze dei cittadini». 
Negli incontri che ha tenuto Tarantino dichiara di aver «discusso di come la progettualità, ad esempio quella relativa alle tematiche occupazionali, ai percorsi formativi e allo sviluppo delle attività economiche vada programmata privilegiando le ipotesi compatibili con la tutela della salute pubblica e la salvaguardia ambientale e tenendo conto dei valori di solidarietà sociale e dei bisogni culturali e ricreativi». 
Secondo Taratino «trasformare Civitavecchia è possibile ma solo con la presenza e la collaborazione fattiva di persone che, indipendentemente dall’area socio-culturale di appartenenza, lavorino quotidianamente nell’interesse comune e si impegnino a mettere a disposizione della nostra città le loro competenze e la loro professionalità».
Intanto nei giorni scorsi non sono mancati gli incoraggiamenti e la fiducia da parte dei leaders storici del centrosinistra locale. 
Intanto nei giorni scorsi non sono mancati gli endorsement e gli incoraggiamenti al candidato del centrosinistra, ormai candidato ufficiale della coalizione: «Sulla candidatura di Carlo Tarantino è necessario costruire il più largo campo di forze possibile – ha dichiarato sui social la consigliera regionale Marietta Tidei -, ascoltando le tante proposte che verranno da tutti i soggetti della coalizione, tendendo ben fermi i nostri valori, per costruire una valida alternativa di buon governo ai cinque stelle e alle destre. Sarà una bella sfida».  «Questa candidatura fuori dagli schemi e dai partiti tradizionali sarà in grado di unire tutto il centro sinistra e portarlo alla vittoria – ha dichiarato invece Enrico Luciani -. Ringrazio il segretario del Pd e tutto il direttivo per la scelta fatta, ringrazio altresì, quanti come il sottoscritto hanno rinunciato a proporsi facendo un passo indietro, ma facendone dieci in avanti per essere uniti e portare la nostra città ad un reale cambiamento. Auguri a Carlo e auguri a tutti noi».

 

ULTIME NEWS