Pubblicato il

A Parco Leonardo c’è ‘‘Tata Mia’’

A Parco Leonardo c’è ‘‘Tata Mia’’

Fiumicino. Un’associazione a misura di bambino che aiuta i genitori. Mengoni: "Aiutiamo i più piccoli a crescere e a comunciare tra loro"

FIUMICINO – In un quartiere in cui il tasso di natalità è positivo ed in controtendenza rispetto ai dati nazionali, bisogna adoperarsi affinché i residenti più piccoli possano usufruire di una particolare attenzione verso le loro necessità sociali ed emotive. Ed è così che Parco Leonardo mostra una spiccata attenzione alla sfera infantile ed adolescenziale cercando, attraverso tanti “angeli” del volontariato, di promuovere iniziative atte a prendersene cura, sostenendo la crescita, sviluppando il senso di comunità ( attraverso convegni e seminari aperti) e reciproco aiuto. Un tema molto sentito e condiviso, che ha motivato molti residenti e fra questi: insegnanti, psicologi, genitori che hanno unito le loro forze creando realtà a favore di bambini ed adolescenti. A Parco Leonardo ce ne sono diverse che hanno a cuore il volontariato e che si spendono, sensibilizzando la collettività, nell’attivismo sociale. 
Fra queste Tata Mia: associazione no profit che ha come obiettivo l’accudimento quotidiano di bambini dai 0 ai 3 anni. Nata lo scorso aprile per volontà di Marina Mengoni, che ne è la presidente, rappresenta un valore aggiunto ed un punto di riferimento per diversi genitori che affidano a tata Marina ed alle sue collaboratrici, i propri bambini. «Il gioco, il gruppo, nonché tutti i metodi attivi che promuovano partecipazione ed interazione, sono queste le modalità di approccio -, afferma Marina e continua:-il gioco della finzione attraverso la lettura di fiabe, piccole attività psicomotorie che aiutino il bambino a prendere coscienza del proprio corpo favorendone la capacità comunicativa». 
La giornata si sviluppa attraverso l’accoglienza del bambino, proseguendo con attività che garantiscano una “routine” positiva e stimolante, condividendo l’ora della pappa e del riposo, rispettando i ritmi e le emozioni dei piccoli ospiti. È una piccola realtà, nella quale l’amore per l’infanzia ne è il fondamento e la sintonizzazione emotiva ne è la guida e che insieme ad altre sono motivo di orgoglio per il quartiere.

ULTIME NEWS