Pubblicato il

La fibra ottica di Open Fiber coprirà Civitavecchia entro il 2020

La fibra ottica di Open Fiber coprirà Civitavecchia entro il 2020

CIVITAVECCHIA – Saranno 17mila le unità immobiliari cittadine che verranno cablate entro il 2020 tramite una nuova rete di 120 km interamente in fibra ottica ad opera di Open Fiber, la società partecipata al 50% da Enel e per il restante 50% da Cassa Depositi e Prestiti. A queste si aggiungeranno altre 950 unità immobiliari in zona industriale, su area di fallimento di mercato, sempre per conto di Open Fiber ma attraverso un progetto con fondi ministeriali e regionali, come concessionario Infratel. È quanto è stato presentato al Pincio dai rappresentanti della società e dal sindaco Antonio Cozzolino, affiancato dal vice Daniela Lucernoni e dall’assessore all’Innovazione Tecnologica Gioia Perrone. «Civitavecchia, importante città portuale del Lazio e snodo di transito per merci e turisti – hanno spiegato Roberto Moretti e Paola Martinez di Open Fiber – sarà finalmente dotata di una rete ultramoderna ed efficiente, un’infrastruttura in fibra ottica in modalità FTTH (Fiber To The Home, la fibra che arriva direttamente all’interno di abitazioni e uffici). Un investimento di 6 milioni di euro, totalmente a carico della società e senza alcun costo per i cittadini». La società ha assicurato che cercherà di arrecare meno disagi possibili alla cittadinanza, riutilizzando cavidotti ed infrastrutture esistenti per più del 40% del progetto, in modo da limitare gli scavi. Soddisfatti i membri della Giunta, perché «migliorare la connettività di Civitavecchia era uno dei tanti ambiziosi obiettivi che ci eravamo proposti al momento del nostro insediamento, e con soddisfazione – hanno aggiunto – possiamo dire che ce la stiamo facendo. Civitavecchia è tornata ad attrarre investimenti seri ed aziende importanti, aspetto di cui non posso che essere orgoglioso. La società metterà a disposizione 50 postazioni per il Comune, attraverso le quali potremo implementare alcuni servizi importanti per la comunità come la connettività nelle scuole o la tecnologia per la videosorveglianza delle Ztl e infine la connessione tra gli uffici comunali».

ULTIME NEWS