Pubblicato il

Pas, Onda popolare: “Tanta incertezza per i lavoratori”

L'associazione chiede l'aumento del numero delle guardie particolari giurate in vista dell'aumento di lavoro conseguente alla bella stagione 

L'associazione chiede l'aumento del numero delle guardie particolari giurate in vista dell'aumento di lavoro conseguente alla bella stagione 

CIVITAVECCHIA – “Stagione alle porte e ancora tanta incertezza per i lavoratori della Pas”.

È la denuncia dell’associazione politico culturale Onda popolare che “è venuta a conoscenza dell’incertezza in cui operano i lavoratori della Pas, società che si occupa della sicurezza all’interno del nostro scalo, partecipata al 100% dall’Autorità di sistema portuale, la quale dopo aver redatto il Piano operativo annuale dell’anno 2018, stenta ad oggi, per quello che ci viene riferito, a produrre quello relativo all’anno 2019. Non vorremmo assistere ad emergenze legate ai naturali picchi di lavoro, oramai strutturali nel periodo estivo dato l’alto numero di navi e passeggeri che transitano nello scalo marittimo civitavecchiese. Problematiche – sottolineano da Onda popolare – che cadono sull’economia cittadina e sui disoccupati, risolte, come negli ultimi anni, con esternalizzazioni all’ultimo minuto. Avvalorato da una mancanza di una turnazione programmata, sembrerebbe infatti rendere complessa anche la più semplice organizzazione di vita famigliare dei dipendenti”.

Onda popolare si schiera al fianco dei lavoratori e chiede l’aumento del numero delle guardie particolari giurate in organico “anche per scongiurare le ulteriori problematiche che potrebbero derivare, per quanto ci risulta, da una serie di pensionamenti nel breve periodo, che andrebbero ad aggravare una situazione già di per se complicata. Pur consapevoli delle difficoltà e della complessità da affrontare per derimere la problematica, confidiamo nell’azione dell’Adsp affinché l’ente, alla luce dei protocolli di intesa sottoscritti con le organizzazioni sindacali, individui soluzioni che restituiscano serenità ai lavoratori – concludono dall’associazione – e continuità di funzionamento della Società mediante le necessarie nuove assunzioni”.

ULTIME NEWS