Pubblicato il

Differenziata, mercato nel caos

Differenziata, mercato nel caos

Numerose segnalazioni di disagi da parte degli operatori. Problemi anche alla stazione ferroviaria. I commercianti: ''Il mezzo per l’umido rimane spesso bloccato in via Doria e il punto di conferimento di via dei Bastioni è distante. Farebbe comodo qualche secchio in più''

CIVITAVECCHIA – Ancora problemi sul fronte della differenziata. Questa volta l’allarme arriva dal mercato cittadino, dopo le varie problematiche evidenziate nei giorni scorsi, i commercianti tornano a far sentire la loro voce nella speranza di essere ascoltati dall’amministrazione comunale a Cinque stelle.  In particolare molti operatori del mercato parlano di problemi con il mezzo di Csp in cui – a partire dalle 12,30 – si dovrebbe conferire l’umido e che dovrebbe stazionare in via Doria ma che molto spesso rimane bloccato a causa della presenza di macchine o mezzi vari che impediscono l’accesso alla via e, di conseguenza, aumentano il disagio dei commercianti.

«Il punto di raccolta (quello situato in via dei Bastioni 9, ndr) è distante – spiega uno degli operatori – ed è un problema, specie per chi è solo, doversi caricare tutto il materiale da conferire. Sicuramente avrebbe fatto comodo qualche secchio in più posizionato nelle vicinanze. Per non parlare del fatto che non c’è stato il dialogo che ci era stato promesso inizialmente. Noi vogliamo fare la raccolta differenziata ma dobbiamo essere messi nelle giuste condizioni». Un ‘‘porta a porta’’ che sta vivendo non poche criticità, a partire dai mancati ritiri e dai mastelli rotti da vandali nei giorni scorsi. Quello della distanza del punto di via Bastioni è un problema sentito da praticamente tutti i commercianti del mercato, almeno quelli più lontani come Ittico e Casette. «Ci viene chiesto – ha spiegato un altro operatore – di portare casse e cassette dopo aver pulito tutta l’area e diviso i rifiuti. Il tutto senza nemmeno un incontro. Servirebbero più secchi per il conferimento».

C’è chi suggerisce di valutare anche di riservare un piccolo spazio con qualche secchione per la differenziata dietro le casette di legno. Insomma, le soluzioni si potrebbero anche trovare ma quello che manca è la base: il dialogo. «Servirebbe anche qualche cestino in giro per il mercato – ha detto un commerciante – per i clienti, in modo che possano gettare carta o simili. Si poteva organizzare meglio». Da una parte c’è la volontà degli operatori di fare la raccolta differenziata e dall’altra difficoltà oggettive che non vengono affrontate. Intanto arriva anche una segnalazione dalla stazione ferroviaria di Civitavecchia dove una vera e propria catasta di sacchi di rifiuti è esposta in bella vista davanti al bar, dietro un cancello chiuso. Secondo il segnalante la foto mostra lo stato di degrado dopo solo tre giorni dalla rimozione dei vecchi cassonetti indifferenziati. Intanto la Civitavecchia servizi pubblici ricorda di inviare segnalazioni ed eventuali disservizi alla pagina Facebook ufficiale di Csp, al numero verde 800950588, all’indirizzo email [email protected] o tramite il sito www.civitavecchiaservizipubblici.it.

ULTIME NEWS