Pubblicato il

Parco Leonardo, "Salviamo il gattino Tigro"

Parco Leonardo, "Salviamo il gattino Tigro"

Fiumicino. Protagonista dell’iniziativa Eleonora, volontaria Enpa da vent’anni. Lanciata una Lotteria su Facebook per curare il piccolo animale

FIUMICINO – E’ un vero e proprio censimento di colonie feline quello che è in corso d’opera nel comprensorio di Parco Leonardo. Più di 50 gatti vivono – a volte sarebbe meglio dire sopravvivono – tra via del Perugino, via Mantegna, via Oslo, via Copenaghen e via Giulio Romano.
“È un lavoro senza fine, che abbiamo appena iniziato – racconta Eleonora, volontaria Enpa (Ente nazionale protezione animali) trasferitasi da Milano a Parco Leonardo nel 2009 -. Sono più di 20 anni che faccio la volontaria, e appena arrivata ho subito iniziato, da sola, ad occuparmi di alcuni gatti che ho notato in via Oslo. Mi sono resa conto di una situazione di emergenza felina per la quale bisognava rimboccarsi le maniche. Poi pian piano ho conosciuto i residenti del quartiere ed abbiamo cominciato ad operare in zona”.
“Sensibilità e compassione sono nel Dna – racconta Eleonora parlando del suo impegno di volontaria Enpa – te li porti dalla nascita o li sviluppi rispetto a come vieni cresciuto in famiglia e alle esperienze di vita”.
Conosciuta ed apprezzata nel quartiere, non solo per il suo impegno ma anche per la sua professionalità (laurea in scienze zootecniche). Eleonora dispensa alcuni utili consigli per una civile convivenza. “Spesso, pur con intenzioni positive e mossi dall’amore per i gatti, involontariamente si commettono alcuni errori. Evitiamo di lasciare i portoni aperti poiché i gatti ospiti delle colonie potrebbero ritrovarsi in situazioni di pericolo: entrare in ascensore o salire ai piani alti. Non nutrire i mici al di fuori della loro colonia e, trovandosi difronte ad un animale ferito – prosegue – allertare Enpa o i referenti del quartiere, seguendo le loro indicazioni, monitorando l’animale ed astenendosi da catture approssimative e pericolose”.
Con l’aiuto di tanti residenti generosi, Eleonora è riuscita a creare un ambiente in cui gli animali sono stati curati, monitorati, nutriti e coccolati. Ma oltre al tanto affetto, spesso, bisogna fare i conti con i costi delle cure, alle quali diversi mici sono stati sottoposti: “Purtroppo, nonostante molti residenti ci aiutano come possono, mi trovo a fronteggiare spese che è difficile coprire” spiega.
E così è venuta l’idea della Lotteria, che ha lanciato sul suo profilo Facebook. “L’idea della lotteria – spiega – nasce per far fronte alle spese che sto affrontando. In palio ci sono delle creazioni che ho fatto insieme ad un’amica”. Protagonista è Tigro, un gattino di via Oslo, che ha un problema gastrointestinale. “Lo dobbisamo aiutare, per rimetterlo in forze e riportarlo in colonia.
Eleonora sottolinea la sua totale disponibilità verso le colonie feline ma anche verso i residenti, qualora avessero bisogno di consigli nella gestione dei propri animali. “Il volontario – è la sua filosofia – non lo fai per un grazie, ma quando lo ricevi è molto bello”.

ULTIME NEWS